«Ignorante a me?». Dario Galli insegue in aula deputato Ds

L'ex sindaco protagonista di una animata seduta parlamentare sul cosiddetto indultino

Dario Galli, ex sindaco di Tradate e oggi deputato leghista a Montecitorio, è stato protagonista oggi di un duro scontro con il deputato Ds Francesco Bonito. Galli, riferiscono le agenzie, ha attaccato l’esponente della Quercia invitandolo ad astenersi da ogni giudizio sulla posizione assunta dalla Lega sull’indultino.

«Capisco il suo odio verso di noi – ha dichiarato in aula – ma si limitasse nel suo intervento alla dialettica parlamentare. Lei è un magistrato e già questo la dice lunga sulla giustizia in Italia. I cittadini infatti devono sapere cosa succede in questo Paese: lei che era magistrato ora è nei Ds alla faccia dell’indipendenza della magistratura. E quando avremo finito di fare i parlamentari io potrò essere giudicato da lei. Figuriamoci – ha concluso – come sarà sereno il suo giudizio nei nostri confronti».

Al termine dell’intervento di Galli, Bonito che lo ascoltava in piedi nell’emiciclo sorrideva ironicamente e gli gridava: «Sei davvero un grande ignorante», frase ripetuta più volte. Galli gli faceva segno di uscire dall’Aula per regolare la questione direttamente e cominciava a correre verso di lui. Un altro esponente del Carroccio, Davide Caparini, andava dietro al collega contro Bonito. I due stavano quasi per arrivare alle mani ma i commessi e il deputato verde Paolo Cento li separavano.

Una scolaresca che stava seguendo i lavori dell’Aula nell’ambito dell’iniziativa ‘un giorno di formazione a Montecitorio’ guardava incredula e divertita lo spettacolo. Ed è agli studenti che poi Caparini si rivolgeva ricordando che Bonito aveva votato l’emendamento sull’indulto per estendere lo sconto della pena ai manovali mafiosi. Una scelta per la quale il deputato dei Ds ha dovuto dimettersi da capogruppo in commissione Giustizia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.