Il comune corregge la tangenziale

L'arteria che passerà da Sacconago va corretta in quattro punti. L'amministrazione ha elaborato delle osservazioni sul progetto

La nuova tangenziale di Busto Arsizio, quella che passerà da Sacconago come prolungamento del Sempione preoccupa i cittadini del quartiere periferico. Dove passerà, quali cambiamenti imporrà alla viabilità e alla vivibilità dell’area? Il progetto è ancora nella sua fase preliminare e proprio nei giorni scorsi l’amministrazione comunale che lo ha preso in esame, ha fatto le sue osservazioni sul tracciato dell’arteria e le ha spedite alla Regione e all’Anas. Insomma il progetto così come era stato elaborato non anadava bene. Ad accorgersene è stato lo stesso comune che ha verificato che il tracciato della strada trascurava numerose preesistenze residenziali, produttive e di servizio, nonché importanti direttrici della rete viaria cittadina già esistente. «Poiché in questa fase preliminare è ancora possibile intervenire nella definizione dei tracciati – si legge in una nota – il sindaco Luigi Rosa ha subito inviato le sue osservazioni». Ma insieme alle critiche sono state recapitate anche le proposte e le soluziuoni che l’amministrazione ha elaborato. Per ridurre al minimo l’impatto ambientale del nuovo collegamento stradale, sono quattro le correzioni proposte. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta: 1) l’andamento del tratto compreso tra lo svincolo n°10 per Dairago ed il previsto sottopasso della SP n°148 (strada per Binate), da realizzarsi quasi esclusivamente in trincea, ignora completamente la presenza di attività ed attrezzature ricreative di interesse generale. Per ovviare a detto inconveniente sarebbe opportuna una leggera traslazione del tracciato in direzione sud. Inoltre, vista la sensibile distanza tra loro degli Svincoli n°10 e n°11 rispetto a quelli previsti più a nord del tracciato, occorre precisare preventivamente la modalità di immissione dei flussi di traffico nella SP n°148 all’altezza del sottopasso (raccordo variante di Magnago), considerando che l’attuale Viale Toscana funge da circonvallazione cittadina esterna verso aree produttive in stato di crescente espansione e contesti residenziali densamente popolati e già congestionati dal traffico veicolare; 2) lo svincolo n°11 che si innesta sull’esistente viabilità di servizio all’insediamento Produttivo di Sud Ovest a Sacconago (Via Ferrario) deve prevedere il realizzo di una bretella di immissione nell’attuale Via del Lavoro, quale tracciato urbano importante per diversificare a livello locale l’accessibilità veicolare alla nuova zona produttiva; 3) il percorso in trincea del tratto compreso tra lo svincolo n°11 e lo svincolo n°12 posto in tangenza all’area che ospiterà il futuro Centro Servizi della Zona Industriale di Sud Ovest, già approvato da questo Comune, spezza la continuità del territorio separando e isolando la nuova zona produttiva dal tessuto urbano circostante (quartiere di Sacconago). Per garantire la continuità territoriale evitando tassativamente il ricorso ad angusti e tortuosi attraversamenti (cavalcavia) ipotizzabili in prossimità delle strade urbane esistenti, si ritiene indispensabile l’adeguamento del progetto con l’introduzione della copertura artificiale dell’asse stradale nell’intero tratto compreso tra i citati svincoli. Tale accorgimento, oltre a contenere in una soglia accettabile l’impatto del nuovo tracciato sull’ambiente circostante, garantisce al Comune, attraverso una puntuale continuità di lettura dello spazio, la possibilità della riorganizzazione e della diversificazione dei percorsi veicolari, pedonali e ciclopedonali di superficie; 4) lo svincolo n°12 nel tratto compreso tra il sottopasso delle ferrovie Nord-Milano e l’innesto con la Busto Ferno Mulinelli SS n°527, va ad interferire pesantemente con alcune preesistenze abitative che potrebbero essere semplicemente salvaguardate mediante una leggera traslazione a Sud Ovest della medesima carreggiata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.