Impresa e università promuovono il management pubblico

Università Cattaneo e Maggioli siglano un accordo per venticinque corsi di formazione

Università Cattaneo e Maggioli Spa: una libera Università e un’impresa privata insieme per un progetto che conferma la tendenza, non solo delle imprese private italiane, ma anche dell’amministrazione pubblica, a puntare sull’innovazione e sulla competitività attraverso la formazione.
L’Università Cattaneo con l’esperienza accademica di un’Università orientata al settore economico e Maggioli Spa, un’azienda che da oltre 80 anni ricopre un ruolo leader nei vari settori della Pubblica Amministrazione, hanno siglato un accordo che le vede coinvolte in 25 corsi per la formazione del management pubblico.
«Con questo progetto – spiega Paolo Maggioli, amministratore delegato del Gruppo – stiamo cercando una nuova strada capace di valorizzare le risorse umane della pubblica amministrazione partendo dall’esperienza concreta delle Amministrazioni Pubbliche e costruendo su di esse logiche e strumenti di management per la definizione di reali percorsi di sviluppo e cambiamento».
LMM – sigla attribuita a questo progetto – si propone di realizzare 25 corsi che rappresentano dei veri e propri spazi di ricerca applicata dove i docenti, di varia estrazione professionale, combinano le più opportune metodologie didattiche con un forte impegno applicativo.
Tra le tematiche che saranno trattate troviamo aree funzionali tra le più strategiche quali la finanza, la pianificazione e il controllo, le strategie organizzative e lo sviluppo delle risorse umane, il marketing e lo sviluppo locale, la gestione e la valorizzazione dei servizi, l’Information Technology e l’e-government.
L’Università Cattaneo, sorta con la missione di elaborare e diffondere la cultura dell’impresa e del management e Maggioli Spa, impegnata a occupare un ruolo leader nei settori della P.A. attraverso l’impegno in vari settori quali l’editoria (Maggioli Editore), la modulistica (Maggioli Modulgrafica), l’informatica (Maggioli Informatica) la gestione di fiere e congressi (Maggioli Fiere & Congressi) e la formazione (Cisel e Issel), si propongono di trasferire i moderni principi di economia e gestione delle organizzazioni pubbliche elaborati dalla comunità accademica e scientifica, fornendo contemporaneamente gli strumenti operativi applicati con successo nelle realtà pubbliche più evolute. In questi corsi per i manager pubblici vengono utilizzati tutti gli strumenti della formazione, dai più tradizionali ai più innovativi.
Ogni corso di LMM si articola infatti in momenti d’aula svolti con metodologie didattiche attive, utilizzando i moderni supporti tecnologici e prevedendo simulazioni ed esercitazioni finalizzate ad un attivo coinvolgimento dei partecipanti. Inoltre, saranno realizzate efficaci attività a distanza per garantire una continuità di apprendimento.
Infine metodologie didattiche particolarmente innovative, quali l’outdoor e il teatro, potranno essere applicate nell’ambito di progetti formativi costruiti su misura per gli Enti che ne faranno richiesta.
«Per la nostra azienda – precisa ancora Paolo Maggioli – fare formazione significa qualificare e innovare sul fronte delle conoscenze e delle risorse umane, per poter realizzare una maggior integrazione fra lavoro e professionalità».
«Per l’Università Cattaneo – afferma il Rettore Prof. Gianfranco Rebora – l’attenzione alla formazione manageriale anche nel settore pubblico si accompagna a quella, più tradizionale, rivolta al settore delle imprese sulla base del progetto scientifico e didattico che sta alla base della nostra Università. Siamo infatti convinti che, tanto più le imprese possano dispiegare nel modo migliore la propria attività, quanto migliore sia il contesto nel quale si trovano ad operare e, ciò, anche con riferimento ai complessi rapporti che le imprese stesse si trovano quotidianamente ad avere con il settore pubblico, nel contesto di una democrazia economica evoluta».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.