In centinaia firmano contro le antenne

Angera – Le opposizioni presentano mozioni sugli impianti di telefonia mobile in consiglio comunale

Sono quattrocentotrentatre le firme che il Comitato contro l’elettrosmog ha raccolto negli ultimi giorni fra i cittadini di Angera. La petizione popolare per scongiurare il posizionamento di nuovi apparecchi di telefonia mobile è stata consegnata ieri in comune e la questione sarà affrontata anche nel consiglio comunale di venerdì 31, quando tutti i gruppi delle opposizioni presenteranno delle mozioni sulla regolamentazioni di queste apparecchiature. Nel comune esiste già un impianto, ma il comitato teme l’arrivo di altri gestori. E proprio per questo si è tenuta nelle settimane scorse una assemblea pubblica alla quale hanno partecipato numerosi cittadini, il sindaco ed esponenti dell’amministrazione comunale.
Sebbene durante il dibattito il sindaco abbia ammesso che sono ben poche le possibilità di opposizione all’installazione di antenne, il Comitato invita l’amministrazione comunale a sostenere la regione Lombardia nell’azione intrapresa contro il Decreto Gasparri. Ma è anche un altro il monito rivolto all’amministrazione: “la difesa del ruolo dell’Ente locale diventa strumento per difendere il territorio, il paesaggio e la salute dei cittadini”.
Un messaggio che il comitato ha ricordato al sindaco consegnando il testo della petizione, in cui si rinnovano le preoccupazioni dei cittadini riguardo la possibilità di una nuova antenna in via S.Gottardo, di dimensioni superiori all’impianto mobile già esistente. «L’eventuale futura installazione di altre antenne in prossimità di abitazioni, di luoghi di lavoro o dell’ospedale vanificherebbe il lavoro fatto da codesta Amministrazione con l’emanazione del Regolamento Comunale – scrive il comitato – i cittadini chiedono di attivare tutte quelle azioni possibili, anche in collaborazione con i Comuni vicini, per salvaguardare la loro salute».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.