La morte del fantino alle Bettole. Per l’accusa nessun responsabile

Varese – Chiesta l’archiviazione dell’indagine per l’incidente costato la vita a Mirko Marcialis

Nessun responsabile per la morte di Mirko Marcialis, il fantino diciannovenne che nel luglio del 2000 morì calpestato dagli zoccoli di un cavallo durante la disputa di una gara di galoppo all’ippodromo varesino delle Bettole. E’ di questo avviso il pubblico ministero Anna Giorgetti, che oggi ha chiesto l’archiviazione del caso; per l’accusa non c’è necessità di processo, dunque, nei confronti di Luca Maniezzi, il fantino inizialmente indagato per la morte di Marcialis. L’ipotesi iniziale era stata che una manovra scorretta di Maniezzi, all’imbocco della dirittura d’arrivo delle Bettole, avesse provocato la caduta di Marcialis. Era stato di questo avviso, ad esempio, il Jockey club italiano, che aveva inizialmente sospeso Maniezzi dall’attività sportiva. Una perizia e una serie di interrogatori non hanno però convinto il pubblico ministero varesino, che ha optato per il “non doversi procedere”. La vicenda giudiziaria, tuttavia, potrebbe non essersi conclusa: il giudice per le indagini preliminari potrebbe respingere la richiesta del pm e ordinare lo stesso il processo. Per questa soluzione premono anche i familiari della vittima, intenzionati a costituirsi parte civile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.