Lettera anonima denuncia appalti truccati

Il documento contiene però imprecisioni e fornisce riferimenti inesistenti per rintracciare gli autori

Una lettera firmata Comitato Mani Pulite, ma in realtà anonima, con pesanti accuse contro un assessore della giunta. E’ il documento recapitato a tutti i consiglieri comunali. La lettera, partita da Milano il 16 gennaio, reca in calce una firma probabilmente falsa e un numero di telefono inesistente. Nel testo si parla di un bluff relativo alla gara di appalto per il progetto Siscotel, con accuse di combine tra assessore, un dirigente, e società vincitrice dell’appalto. «La gravità delle accuse formulate – scrive l’anonimo estensore – ci ha indotti a trasmettere la presente lettera anche all’autorità giudiziaria».
Ma i dubbi sono molti. La società accusata di aver beneficiato dell’appalto, non sarebbe nemmeno quella che poi l’ ha materialmente vinto. Il sindaco ha fatto intendere che presenterà una denuncia contro ignoti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.