Lettera sospetta, ma era solo sale

Allarme per una busta sospetta in posta. Scattano le procedure di sicurezza, ma è un falso allarme. L'ufficio di via Oriani è rimasto chiuso per tutta la mattina

Hanno timbrato la busta e ne è uscita una polverina sospetta. Così è scattato l’allarme questa mattina, giovedì 9, nell’ufficio postale di Olgiate Olona. Per gli impiegati e il direttore si trattava di una busta sospetta, ma alla fine era un falso allarme. Con tutta probabilità nella lettera destinata ad un cittadino olgiatese era contenuto un biglietto augurale, adornato con una decorazione in pasta di sale andata in frantumi dopo le operazioni di timbratura. Ma tanto è bastato per far scattare la procedura di sicurezza dopo l’allarme lanciato dal direttore dell’ufficio di via Oriani.
Erano le nove e cinquanta e sul posto sono arrivati dapprima i vigili del fuoco. Chiuso l’ingresso, bloccati gli otto clienti che a quell’ora sbrigavano alcune pratiche in posta, così l’ufficio è stato isolato. Con l’arrivo di carabinieri, polizia, è stata messa in moto la procedura di sicurezza che si adotta in questi casi. Da Varese è giunta l’unità mobile per la protezione delle vie respiratorie dei vigili del fuoco. Si è attivata l’Azienda sanitaria locale di Castellanza. Ed è stato proprio un primo esame della dottoressa Maria Grazia Turri dell’Asl a scongiurare che la busta contenesse qualcosa di dannoso per tutti coloro che si trovavano nell’ufficio. Ma gli esami sulla polvere contenuta nella busta saranno analizzati nel pomeriggio.
Ad eliminare ogni dubbio sulla presunta pericolosità della lettera sono stati anche gli accertamenti condotti dallo stesso direttore dell’ufficio che è riuscito a mettersi in contatto con mittente e destinatario, un cittadino olgiatese, che ha confermato di conoscere la mittente come amica, nonché appassionata di decorazioni e lavoretti in pasta di sale.
Ma lo scrupolo non è mai tanto e così nell’ufficio si proceduto ad una disinfestazione. Rassicurati dalle forze dell’ordine e dai tecnici, i clienti sono riusciti ad uscire dopo circa un’ora. Poco dopo è cessato anche l’allarme. L’ufficio è rimasto tuttavia chiuso tutta la mattina per la curiosità dei numerosi utenti che hanno trovato chiuso e l’ingresso delimitato dalle strisce bianche e rosse.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.