«Mi sono prostituita per prolungare le vacanze»

Una 21 enne bulgara ha raccontato ai carabinieri che aveva bisogno di soldi per visitare la città d'arte del Nord Italia

Una ragazza bulgara è stata fermata dai carabinieri nelle ultime ore per le strade dei boschi di Gorla Minore. La ragazza, di 21 anni, è stata trovata con una borsetta piena di preservativi e con un abbigliamento decisamente provocante.

Una volta portata in caserma i carabinieri hanno potuto constatare di non trovarsi di fronte a una “normale” prostituta: la ragazza infatti era munita di regolare passaporto. La 21enne avrebbe così raccontato alle forze dell’ordine di essere venuta in Italia con un regolare visto turistico per passare le festività natalizie visitando le città d’arte del Nord. Dopodiché ha deciso di prolungare il periodo da passare in Italia coprendo le spese come meglio poteva.

Per la ragazza, comunque trovata sprovvista di permesso di soggiorno che non era stato richiesto alla Questura di Varese, sono state avviate le pratiche per l’espulsione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.