Niente lavoro e decide di bruciare le ruspe

Denunciato l'autore dell'incendio alla ex Saporiti

Denunciato l’autore dell’incendio alle tre ruspe che lavoravano alla ex Saporiti. Il fatto aveva destato molte perplessità e qualcuno aveva avanzato l’ipotesi del racket. I carabinieri assicurano però non si tratta di Racket, ma dell’opera di un singolo uomo, che si voleva “vendicare” di un lavoro non ottenuto.
Si tratta di G.P., 53enne tradatese proprietario di una ditta di riciclaggio di metalli. L’area ex Saporiti era una vecchia area dismessa su cui insistevano vecchissimi capannoni e l’uomo, saputo della demolizione, aveva chiesto di poter partecipare allo smaltimento dei metalli, soprattutto del rame.
Ottenuto il rifiuto alla richiesta di lavoro, l’uomo ha così pensato di vendicarsi dando fuoco, durante la notte, a tre caterpillar dell’azienda che si occupava della demolizione.
L’uomo è attualmente stato denunciato a piede libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.