Nomine: ultimo giro manager della salute

Le poltrone già occupate e quelle ancora da assegnare. Il nuovo direttore sanitario di Varese si chiama Zenoni e viene da Bergamo

Quasi completati i nuovi vertici della sanità in provincia di Varese. All’appello mancava il nome del direttore sanitario della Fondazione Macchi. Si tratta di Stefano Zenoni e dovrebbe essere politicamente vicino alla Lega. Nei giorni scorsi, per quel posto si è consumato uno scontro tra comunione liberazione e il carroccio.
«Il rinnovo totale delle cariche è un’operazione coraggiosa di managerialità della Regione Lombardia» ha spiegato domenica a Gallarate Massimo Buscemi, presidente della commissione sanità del consiglio regionale.
Ma anche la politica ha il suo peso. Lo testimoniano i ritardi nella definizione dell’organigramma dell’ospedale di Varese. Ma vediamo un riepilogo delle nomine già effettuate.
All’Asl provinciale è stato nominato direttore generale Pierluigi Zeli, in quota Lega Nord. Fabio Banfi, ex direttore sanitario del "circolo", passa allo stesso ruolo nell’azienda di via Ottorino Rossi. In sua compagnia, Massimo Lavessi, riconfermato alla guida del settore amministrativo. Non è stata ufficializzata la nomina del direttore sociale.
Per quanto riguarda l’Azienda ospedaliera di Gallarate, è stato confermato il direttore generale Giovanni Rania, vicino a Forza Italia, affiancato dal direttore sanitario, proveniente da Melegnano, Fulgenzio Jerino. Direttore amministrativo resta Franco Rudoni, molto apprezzato dallo stesso Rania, che si è opposto al suo trasferimento. 
A Busto Arsizio l’azienda è stata affidata all’ex direttore sanitario di Gallarate, Pietro Zoia (vicino ad An). All’ospedale di Circolo arriva nella posizione di direttore sanitario Enzo Brusini. In quota Forza Italia, il nuovo direttore sanitario va a sostituire Giuseppe Genduso che vola a Monza al San Gerardo ad affiancare ancora Ambrogio Bertoglio. Per la nuova nomina la direzione generale ha pescato dal presidio ospedaliero di Saronno, dove Brusini è stato il direttore del dipartimento medico e primario del reparto di recupero e rieducazione funzionale.
L’Azienda ospedaliera di Varese è ora guidata da Roberto Rotasperti. Protagonista della costruzione dell’ospedale di Lecco, considerato uno dei più avanzati d’Italia, Rotasperti gode di larga stima nella maggioranza e avrà proprio il compito di portare a termine la costruzione del nuovo ospedale di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.