Nuovi impegni di spesa per il settore servizi sociali

È stata recapitata in questi giorni a casa di tutti i cittadini lonatesi e di Ferno una lettera. All¹interno si trova la prima novità dell'Unione dei Comuni di Lonate Pozzolo e di Ferno per il 2003: una tessera magnetica per accedere all'ecocentro, battezzata Carta dei Servizi Ambientali. L'iniziativa della Sap spa, la municipalizzata a cui fa capo la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Obiettivo: consentire ai cittadini dei due comuni di pagare solo il dovuto. Sono accaduti in passato dei rari casi di conferimento di rifiuti in piattaforma da parte di non residenti. I costi dello smaltimento di questi rifiuti sono ricaduti, inevitabilmente, sui cittadini di Lonate e di Ferno. Con la nuova iniziativa questi episodi non potranno più avere luogo. Ogni Carta dei Servizi Ambientali ha un numero di riconoscimento che la rende unica. Un sistema elettronico di controllo delle entrate, che utilizza dei lettori a sbarre consentirà l'accesso alla piattaforma ecologica per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani alle sole persone dotate di tessera. La tessera magnetica non è cedibile a terzi. In caso di smarrimento è possibile averne una nuova telefonando allo 0331 667637.

La Giunta Comunale del comune di Busto Arsizio ha approvato due impegni di spesa relativi ad interventi effettuati dal Settore Servizi Sociali del Comune.

Il primo impegno è relativo al pagamento delle rette di frequenza di portatori di handicap che sono inseriti in Cooperativa.

Si tratta, in particolare, della frequenza dei soggetti portatori di handicap presso il Centro Socio Educativo di Marnate ed il Servizio Formativo Assistenziale, gestiti dalla Cooperativa Solidarietà e Servizi di Busto Arsizio. L’assunzione di un’ulteriore spesa per l’anno in corso, quantificabile in Euro 28.000, risulta necessaria per far fronte a nuove e straordinarie esigenze. La spesa totale impegnata dall’Amministrazione Comunale per questo intervento ammonta quindi 335.000 Euro.

L’altra spesa impegnata riguarda il ricovero in strutture residenziali di soggetti in particolari condizioni di disagio, quali gli alcolisti, i disabili psichici e i portatori di handicap.

Considerato che, sulla base degli interventi in atto per l’integrazione o la copertura totale del costo delle rette per gli anziani ricoverati in Istituto, è prevista una spesa complessiva annua di Euro 204.925,00, a copertura della spesa precedentemente impegnata è opportuno impegnare l’ulteriore spesa prevista di Euro 19.000.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.