Rapina alla BNL con un taglierino, bottino da 9 mila euro

Un ragazzo si è finto un normale cliente, poi si è coperto il volto con una sciarpa e ha compiuto “un’azione lampo”

È Entrato come normale cliente ed ha aspettato che vi fosse il minor numero di persone possibile all’interno della Banca. Poi ha agito e si è “portato a casa”, con l’aiuto di un taglierino, circa nove mila euro. È accaduto alla Banca Nazionale del Lavoro di Via Piave a Saronno, intorno alle 10 e 45 di ieri mattina, giovedì 21 febbraio.
Un uomo, all’apparenza trentenne, è entrato nell’istituto di credito, ha aspettato che la gente in coda diminuisse poi si è coperto il volto con una sciarpa e, una volta giunto il suo turno, ha minacciato la cassiera con un taglierino, intimandole di consegnare tutto il denaro contante. La donna non ha avuto nemmeno il tempo di far scattare l’allarme collegato con la Stazione dei Carabinieri. L’uomo se ne è poi uscito dalla banca facendo perdere le proprie tracce.
Sulla rapina stanno indagando i carabinieri della Compagnia di Saronno. Stando alle prime ricostruzioni sembra che il ragazzo non avesse alcun particolare accento e fosse di origini italiane.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.