Rifiuti parcheggiati: Natale ha giocato brutti scherzi

L'Agesp: «per il nuovo servizio sono state fatte nuove assunzioni»

Il servizio non eccelle e il personale è troppo poco per garantire anche la raccolta del vetro e dell’alluminio? L’Agesp dissente e replica. Se ieri, mercoledì 9, il servizio svolto dalla ex municipalizzata di Busto Arsizio non era proprio al top della sua forma, è anche vero, come ha voluto precisare l’azienda che eventuali rallentamenti sono da imputare alle feste natalizie. «Purtroppo – fanno sapere – i giorni della raccolta sono coincisi con molte festività e alcuni turni sono ovviamente saltati, senza contare che il periodo natalizio rappresenta un periodo particolare, in cui si consuma di più e si accumula di più». E così se le cataste di cartone e di sacchi gialli fino a ieri sera (giorno di raccolta per la zona nord della città), risultavano ancora posteggiati sotto casa, questo è da imputare agli effetti delle festività.
La situazione di questi giorni per l’Azienda non sarebbe da imputare nemmeno ad un personale sottodimensionato, come sostenuto dai sindacati. Anzi, stando ai dati dell’Agesp, per adeguare l’organizzazione ai nuovi servizi di raccolta porta a porta le assunzioni ci sono state e in abbondanza. E strettamente monitorata restano anche le ore di straordinario svolte dai dipendenti dell’azienda.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.