Saldi, si partirà l’11 di gennaio

Respinta dall'assessore regionale al commercio Mario Scotti l'ipotesi di anticipare la data mossa dalle associazioni di categoria e dei consumatori

I saldi di fine stagione per il periodo invernale partiranno il prossimo undici gennaio. Lo ha deciso l’assessore al Commercio della Regione Lombardia Mario Scotti, che  ha incontrato oggi, 2 gennaio, le Associazioni dei Consumatori e le Associazioni dei Commercianti per verificare la possibilità di accogliere la proposta, avanzata qualche giorno fa, di anticipare il periodo dei saldi per l’inverno 2002-2003.

L’attuale normativa regionale prevede infatti che il periodo dei saldi invernali decorra dal secondo sabato del mese di gennaio, e cioè a partire dall’11 gennaio prossimo.
La proposta di anticipare l’apertura delle svendite è stata esaminata in tutti i suoi aspetti, alla luce delle disposizioni oggi vigenti in materia e delle condizioni tecniche e organizzative di sua concreta fattibilità.

Proprio la limitatezza dei tempi a disposizione degli operatori commerciali e delle amministrazioni comunali – fanno sapere dalla Regione – non rende tuttavia possibile realizzare l’anticipazione del periodo dei saldi, che rimane pertanto confermato nei termini già stabiliti. I ribassi di fine stagione dureranno fino al prossimo 9 febbraio 2003.
Nel corso dell’incontro l’Assessore Scotti ha sollecitato le Associazioni di categoria a garantire la massima trasparenza e la regolarità delle vendite in saldo, sostenendo le iniziative già in atto per garantire ai cittadini prezzi chiari e certificati. ricordando che è di prossima presentazione, all’attenzione della Giunta regionale, la nuova legge regionale per la tutela dei consumatori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.