Stop alle auto non catalizzate in centro città

Scatta giovedì mattina alle 8 il blocco del traffico. Interessati tutti i mezzi privati non catalizzati che non potranno transitare all'interno del ring. La misura rimarrà in vigore finché non migliorerà la qualità dell'aria

Inquinamento ben al di sopra dei livelli di normalità e Palazzo Estense corre ai ripari. Esclusa dal provvedimento regionale, che riguarda l’area del Sempione, l’Amministrazione cittadina prende provvedimenti, visto che il Centro Geofisico prealpino di Campo dei Fiori non segnala perturbazioni in avvicinamento. 
La centralina dislocata in viale Borri, che rileva le polveri sottili, dalle 9 di ieri mattina sta registrando una concentrazione pari quasi al doppio della soglia di allarme e così
il Sindaco ha deciso di invitare la popolazione a rispettare alcuni comportamenti da tenersi fintanto che la soglia di attenzione non sarà rientrata all’interno dei parametri di legge. Quindi, a partire da domani, giovedì 16 gennaio 2003 si dovrà:

  1. ridurre la temperatura ambiente a 20° negli Edifici adibiti a residenza, uffici, attività ricreative, associative o di culto, attività sportive;
  2. ridurre la temperatura ambiente a 18° negli Edifici adibiti ad attività industriali ed artigianali ed assimilabili;
  3. ridurre nella misura del 75%, l’emissione massima autorizzata di polveri e/o di NOx + SO2 degli impianti, sia termici che tecnologici, aventi almeno un inquinante con limite di emissione.

Inoltre, verrà istituito il BLOCCO del traffico di tutti i veicoli (autoveicoli, motoveicoli e ciclomotori) non adibiti a servizio pubblico dalle ore 8,00 alle ore 20,00, sino a specifica revoca, all’interno dell’area cittadina delimitata dalle seguenti arterie, sulle quali peraltro è ammessa la circolazione:

  • GRANDI,
  • STAURENGHI,
  • VERDI,
  • COPELLI,
  • SANT’ANTONIO,
  • DEGLI ALPINI,
  • BIZZOZERO,
  • PIAZZA DELLA REPUBBLICA,
  • SPINELLI,
  • AVEGNO,
  • CAVOUR,
  • DANDOLO,
  • PIAZZA CACCIATORI DELLE ALPI,
  • MORAZZONE,
  • PARAVICINI.

Sarà tuttavia consentito l’accesso dei veicoli al parcheggio di via San Francesco d’Assisi, tramite l’istituzione del doppio senso di circolazione sulla via Lonati, con attraversamento di Piazza Motta ed uscita su via Bizzozzero, nonché a quello sotterraneo di Piazza della Repubblica, a partire da sabato 18 gennaio ’03.
In deroga al provvedimento di cui sopra, è consentita la circolazione dei seguenti veicoli:

  • Veicoli ad emissione nulla (veicoli elettrici);
  • veicoli al servizio di invalidi, muniti di contrassegno;
  • autovetture di medici esclusivamente in visita domiciliare, con esposizione del previsto contrassegno;
  • automezzi di Pubblica Sicurezza e di Pronto Soccorso;
  • autovetture in servizio di piazza e trasporto pubblico urbano ed extraurbano;
  • automezzi adibiti alla manutenzione ed esercizio di servizi pubblici (poste, telefono, luce, gas, acqua, strade, fognature, nettezza urbana, automezzi comunali, etc.);
  • veicoli dei residenti all’interno della zona vietata e dei possessori di posti auto privati;
  • veicoli commerciali esclusivamente per carico e scarico merci;
  • veicoli adibiti alle onoranze funebri;
  • Le autovetture e gli autoveicoli da trasporto ad accensione comandata alimentati a benzina e gas, dotati di catalizzatore ed omologati ai sensi della Direttiva 91/441/CEE e successive direttive, immatricolati a partire dal giorno I gennaio 1993 od immatricolati in precedenza purché conformi alla citata Direttiva 91/441/CEE;
  • Le autovetture ad accensione spontanea (diesel) di tipo omologato ai sensi della Direttiva 91/441/CEE e Direttive successive, immatricolate a partire dal I gennaio 1993;
  • Gli autoveicoli ad accensione spontanea (diesel) di massa massima superiore alle 3,5 tonnellate di tipo omologato ai sensi della Direttiva 91/542/CEE e successive Direttive e di massa inferiore alle 3,5 tonnellate di tipo omologato ai sensi della Direttiva 93/59/CEE e successive Direttive;
  • Motoveicoli e ciclomotori catalizzati (omologati ai sensi della Direttiva 97/24/CEE).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.