«Ti dimetti o no?». Tutta An in piazza per “convincere” Giarola

Manifestazione contro il sindaco che ha "tradito" il partito. Ma lui replica: «Molti nemici, molto onore»

Alleanza Nazionale, a ranghi compatti, tira dritto verso Jerago con Orago. Obiettivo: le dimissioni del sindaco, Gianluca Giarola, eletto con il partito di Fini e passato improvvisamente all’Udc, nel 2002. Dopo alcuni mesi di braccio di ferro, a livello comunale, An ha deciso di convocare una manifestazione con la presenza di tutti i big provinciali del partito, in piazza Mazzini. A dir la verità già durante le vacanze di natale, il capogruppo Salvatore Marino aveva tentato di manifestare contro il sindaco. Ma quest’ultimo, con grande stupore di tutto il mondo politico, aveva stabilito di vietare ogni manifestazione per rispetto al santo Natale. Mentre i nipotini di Almirante andavano su tutte le furie, Giarola ci faceva pure bella figura, finendo sui quotidiani nazionali e rilasciando anche un’intervista con la radio vaticana, citato ad esempio del sindaco rispettoso della tradizione cristiana. Per An, ora, la misura è colma. «Il consiglio comunale non viene convocato da quattro mesi, basta con questo immobilismo». E ancora: «Giarola è stato eletto con An, ora è passato all’Udc, bisogna riaffermare le normali regole democratiche, non ci sono più le condizioni per una trasparente soluzione politica». E lui, il sindaco che a Natale ha mandato la politica a riposo, cosa dice? «Molti nemici, molto onore» replica, beffardo, prendendo a prestito un vecchio motto caro ai fascisti. «Possibile che An non abbia altro a cui pensare che manifestare in un ‘comunello’ come Jerago?». Per lui, sabato alle 14 e 30, si scomoderanno il presidente Luca Ferrazzi, l’onorevole Airaghi, il senatore Pellicini, l’assessore provinciale Martignoni e il consigliere comunale Marino. In mattinata, Giarola e la sua giunta presenteranno il bilancio. Il 20 febbraio la votazione. E poi le dimissioni. Forse.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.