Tre interpellanze sugli stranieri in città. La Lega torna all’attacco

Per la dirigenza del partito di opposizione saronnese «immigrazione e criminalità sono un’equazione reale»

«Immigrazione ed aumento della criminalità in Italia e Padania: un’equazione reale». La sezione locale della Lega Nord torna all’attacco degli stranieri presenti sul territorio. Domani sera, giovedì 30 gennaio, durante il consiglio comunale saranno discusse tre interpellanze presentate dai rappresentanti del partito saronnese: una sul «degrado di piazze e giardini provocato dall’incivile comportamento degli extracomunitari»; un’altra «in merito ad una verifica della documentazione per il rilascio della residenza a cittadini extracomunitari»; e l’ultima «sul commercio abusivo ed occupazione suolo pubblico da parte di extracomunitari».
La Lega saronnese torna così a far parlare di sé forte dell’approvazione ottenuta dal consiglio comunale della mozione sui crocefissi negli edifici pubblici. «Negli ultimi anni si è assistito ad un aumento vorticoso della delinquenza, soprattutto nella nostra città – spiegano dalla dirigenza del partito saronnese – Una criminalità nuova, che sempre più spesso parla con accento straniero e che espropria i nostri cittadini del loro territorio, privandoli della loro libertà e della loro tranquillità. Basti solo pensare ai recenti episodi di violenza avvenuti in pieno centro cittadino: al Parco De Rocchi, in piazza Libertà e in Stazione Ferroviaria, luoghi dove la gente ha ancora paura a passare anche in pieno giorno. Solo la malafede o un’ottusità senza limite possono far negare la correlazione tra l’immigrazione extracomunitaria e l’aumento della criminalità comune».
La risposta alle interpellanze da parte della maggioranza di centrodestra guidata dal sindaco Pierluigi Gilli.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.