Viale Borri dimenticata anche da Babbo Natale

Varese - Viale Borri al collasso. Gli abitanti chiedono aiuto : le strisce pedonali ormai non si vedono più. E gli incidenti si ripetono

Nella letterina a Babbo Natale avevano chiesto strisce pedonali nuove e maggior sicurezza. Ma il periodo di Natale per i tanti abitanti di viale Borri ha riservato solo delusioni. L’asfalto non presentava il look tanto atteso e, per giunta, nuovi incidenti hanno mietuto altre vittime.
La speranza che qualcosa si sarebbe mosso era arrivata direttamente da palazzo. In un incontro avvenuto a metà dicembre il vicesindaco Roberto Puricelli e l’assessore alla mobilità Alessio Nicoletti si erano impegnati ai rappresentanti del Circolo 2000 a ridare visibilità agli attraversamenti pedonali entro la fine dell’anno. Ma il 2003 è stato inaugurato con l’investimento di un’anziana donna che stava attraversando.

Una situazione che diventa sempre più difficile: il traffico veicolare è aumentato ma l’arteria è rimasta la stessa. «Il piano di sistemazione viabilistica ha lasciato per ultimo viale Borri – spiega Emilia Ferrè, vicepresidente di Circoscrizione- forse a causa del cantiere dell’ospedale che avrebbe portato nuovo scompiglio. Oggi, però, la situazione è diventata insostenibile e non a causa del cantiere. Viale Borri non ha attualmente alternative: il tratto dall’ospedale sino a via Rossi è pericolosissimo. Forse basterebbe qualche
deterrente per evitare i sorpassi avventati, la velocità, i parcheggi in doppia o terza fila. Inoltre ritengo che si debba intervenire su alcune vie parallele che, se allargate, potrebbero assorbire parte del traffico. Da anni mi batto per ottenere qualche risultato e devo dire che di miglioramenti ne ho visti pochi. Spero che questa sia la volta buona».
Speriamo prima che si conti una nuova vittima.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.