A Jerago con Orago trionfa Eliseo Valenti

Successo della lista di centro sinistra con un vantaggio che supera i 400 voti. Ha votato il 77% degli aventi diritto

Eliseo Valenti è il nuovo primo cittadino di Jerago con Orago. Il candidato della lista civica "Il futuro di Jerago con Orago", raggruppamento civico che fa riferimento al centrosinistra, ha battuto Giorgio Ginelli  in tutte le cinque  sezioni in cui si è votato e sarà dunque il successore di Gianluca Giarola, il sindaco, che con le sue dimissioni dopo l’approvazione dell’ultimo bilancio, aveva costretto la piccola cittadina ( 4900 circa sono i residenti) a tornare alle urne con un anno di anticipo rispetto alla scadenza naturale del mandato. 

Il primo dato che emerge riguarda la percentuale dei votanti che si è attestata attorno al 77%,  con un calo rispetto alle precedenti comunali di circa il 7%. Questo numero può aver influito sulla vittoria finale della lista di centro sinistra. Analizzando seggio per seggio, i numeri la dicono lunga sulla battaglia, tra i due candidati, che in realtà, non c’è mai stata. Fin dai primi momenti dello spoglio la lista di Eliseo Valenti è sempre stata in vantaggio. 
Le sezioni numero 4 e 5 di Orago confermavano per prime le indicazioni dei votanti: 298 voti per Valenti contro i 212 per Ginelli, e 338 per Valenti e 183 per Ginelli. Il delta tra i due è sembrato quindi fin da subito sostanzioso e anche nelle sezioni notoriamente più orientate verso il centro destra non si è verificato il ribaltamento.
Nella sezione 1, l’ultima  a consegnare i risultati ufficiali, il neo eletto sindaco  ha raccolto 326 consensi contro i 296 del suo avversario, nella sezione 2  340 a 278, e nella sezione 3  293 a 229.
I numeri non ammettono repliche : un distacco di oltre
i 400 voti, 1602 contro 1164 ( 58 % del totale). Un successo  inaspettato nelle proporzioni dal neo eletto sindaco Eliseo Valenti,  che così si è espresso al suo arrivo in Municipio :« Non credevo di vincere in tutte le sezioni, è merito dei miei collaboratori, molto ben radicati nel territorio. Il primo ringraziamento va a loro per l’impegno che ci hanno messo.  Complimenti anche  al mio avversario, persona seria e corretta. Penso comunque che questo voto superi i principi classici della politica, viviamo in un paese piccolo e la gente vota di chi si fida e che stima. E’ un voto alle persone più che ai partiti». Poi prima che i suoi collaboratori lo portino via gli chiediamo quale sarà  il suo primo atto da sindaco.«  Voglio risolvere subito quelle problematiche care ai cittadini, come le fogne, la distribuzione dell’acqua. Io sono qui per soddisfare i bisogni dei miei concittadini»
Infine un ultimo dato, dei 3972 elettori aventi diritto si sono recati alle urne in 2875. Le schede bianche sono state l’1,77% mentre le nulle il 2%. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.