Alla ricerca della figura paterna

Due giorni di lavori al collegio De Filippi incentrati sul ruolo del padre nella famiglia e nella società. Ad organizzare l’incontro La Miniera di Giove di malnate e il Centro studi Mipa di Brescia

Padre assente, padrone o mammo? C’è molta confusione sulla figura maschile nella famiglia e nel rapporto con i figli. Si dice che le donne nascono madri e che gli uomini lo diventano. Ma questa è un’esemplificazione di un discorso sociologico molto più complesso, sviluppatosi nel corso dei secoli attraverso le culture delle differenti società. Alla base, però, c’è sempre una sottovalutazione del ruolo del padre e degli effetti che la sua presenza ha nella crescita dei bambini.

Davanti alla confusione che si crea per la crescente presenza degli uomini accanto ai bambini è sorta l’idea di organizzare un convegno internazionale per discutere proprio della figura del padre che si terrà il 24 e il 25 maggio al collegio De Filippi. Due giorni di lavori ideati dalla Miniera di Giove di Malnate e dal Centro Studi Mipa di Brescia dal titolo "C’è papà, papà c’è" a cui sono attesi esperti di chiara fama internazionale, come Jack Heinowitz, psicoterapeuta americano cofondatore dell’associazione statunitese "Parenting together" e Luigi Zoja, psicotarepauta autore di numerosi libri sulla paternità. 

Quest’ultimo presenterà la figura del padre nei secoli per dimostrare che il suo ruolo è sempre stato influenzato dalla cultura sociale del tempo. Heinowitz, invece, sosterrà l’esistenza di un istinto paterno, difficile da far emergere proprio a causa delle impostazioni culturali che attribuiscono alla figura maschile l’onere del sostentamento della famiglia.
Due giorni di incontri, dicevamo, pensati in maniera innovativa: dopo una mattinata di approfondimento con le quattro relazioni dei principali esperti, nel pomeriggio ci saranno 8 diversi seminari sulle diverse sfaccettature della paternità e una tavola rotonda in cui si confronteranno esperienze di paternità. La mattina seguente si riproporrà una sintesi delle principali tesi sostenute dei tavoli seminariali per dar modo a tutti di conoscere le differenti tematiche. La partecipazione è a pagamento e il costo è di 180 euro.
Gratuita, invece, è la serata che si svolgerà al teatro di piazza Repubblica. Una conferenza spettacolo divisa in momenti di riflessione, drammatizzazione e divertimento sempre incentrata sulla figura del padre.
Che non è madre, che non è sostegno della famiglia, che non è marginale.


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.