Ancora vandali, devastata un’altra scuola elementare

Secondo raid teppistico in città. Danni per milioni, bambini a casa. La preside lancia un appello: difendete le altre scuole dalla violenza

Un’altra scuola elementare devastata dai vandali a Caronno Pertusella. E’ successo nel week-end, alla elementare S.Alessandro, istituto che ospita centosettanta bambini e che è stato preso di mira con una violenza inaudita. Insegnanti e e studenti si sono trovati di fronte, lunedì mattina, a un vero e proprio scempio. Tanto che lunedì i bambini sono stati rimandati a casa e non faranno lezione fino a giovedì. 
Gli ignoti vandali sono penetrati attraverso la palestra, hanno rotto un vetro del bagno e sono passati nelle aule. Tutto ciò che hanno trovato sulla loro strada è stato letteralmente distrutto. I danni ammontano infatti a diverse decine di milioni. 
Distrutti controsoffitti, tubature, i banchi di un’intera aula, gli estintori svuotati e il liquido disperso lungo tutta la palestra. 
I teppisti hanno anche lasciato aperto il gas e uno scoppio che avrebbe potuto mandare in pezzi l’intera struttura è stato evitato solo grazie al sistema di sicurezza. 

Rispetto all’episodio di due settimane fa, quando un gruppo di devastatori mise a soqquadro la scuola Milite Ignoto, la razzia è stata compiuta con maggiore furia. Sono stati infatti spaccati tutti i monitor dei computer, sia nei laboratori che negli uffici. Devastato anche l’ufficio della preside, presi e stracciati e buttati per terra tutti i quaderni dei bambini. E infine anche un segno di sfida: nessun furto, e le monetine delle macchinette prese e messe in fila in un ufficio attiguo alla sala professori.

 Danni ingenti anche alla mensa: tutte le pietanze sono state gettate in terra, le bottiglie spaccate. 
La preside, Clara Mondin, è incredula: «Siamo disperati – ha affermato questa mattina mentre i lavori di pulizia sono ancora nel pieno – anche dieci anni fa si verificarono dei raid nelle scuole del paese ma i vandali allora si limitarono a qualche scritta o segno con il bianchetto sulle pareti. Ora – ha continuato – ci troviamo di fronte a veri e proprio assalti con l’obiettivo di distruggere tutto».
Come si diceva, si tratta della seconda scuola del paese colpita da un’incursione notturna. A Caronno Pertusella ci sono anche altre due scuole elementari, una media e una materna, che ora chiedono protezione alle forze dell’ordine.
I carabinieri di Saronno stanno indagando; dopo il raid alla Milite Ignoto i militari chiarirono che si trattava di un caso difficile, ma ora in paese la rabbia e la paura per possibili nuovi episodi di questo stampo è cresciuta e da più parti si chiede protezione per le strutture scolastiche.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.