Cento anni di volo, iniziano le celebrazioni di una storia varesina

Presentate le manifestazioni sulla storia dell'aeronautica che culmineranno il 17 dicembre, giorno dell'anniversario. Sport e cultura tra le proposte, che cominceranno già da metà giugno

Non potevano che svolgersi qui, nella "provincia del volo", nel luogo dove sono sorte, si sono espanse e si sono internazionalizzate alcune tra le principali società aeronautiche del mondo, le più importanti manifestazioni italiane a ricordo del centenario del primo volo dei fratelli Wright.  

Un centenario che cadrà a fine anno (il primo volo documentato dei due fratelli americani è avvenuto il 17 dicembre 1903 a Kitty Hawk, North Carolina), ma che la provincia di Varese, supportata da Partners di grosso calibro come la SEA, la Agusta e l’Aermacchi, comincia a festeggiare in un periodo dell’anno più propizio alle evoluzioni aeree e alle feste con il naso all’insù.

Dopo la presentazione del nuovo addestratore Aermacchi, un evento a inviti esclusivi che avverrà il 7 giugno, la prima occasione pubblica e spettacolare per ripercorrere le tappe varesine della storia del volo sarà infatti già nel weekend del  14 e 15 giugno: in quei giorni si svolgerà alla Schiranna, sul lago di Varese, la riedizione della mitica coppa Schneider, la gara di velocità tra idrovolanti che infiammò la passione per la velocità dei piloti degli anni venti. «Nata nel 1913 e svoltasi fino al 1931, la coppa Schneider è stata l’icona del mito della velocità – ha spiegato l’assessore provinciale al marketing territoriale e identità culturale Giangiacomo Longoni, che ha illustrato le principali iniziative previste nell’ambito di "100 anni di volo" – e quest’anno si ripropone alla Schiranna in occasione del centenario con un premio dedicato alla memoria di Vittorio Centurione Scotto, il pilota  morto mentre collaudava l’idrovolante che avrebbe dovuto portarlo all’edizione 1926 della coppa Schneider».

Il weekend subito dopo la gara, quello del 21 e 22 giugno, vedrà la possibilità per i curiosi e coraggiosi di fare il "battesimo del volo" su di un idrovolante, in una manifestazione che si svolgerà in contemporanea alla Schiranna e a Sesto Calende. Il volo sarà  protagonista anche di Locoemozioni,  la festa dei trasporti che si svolge a fine giugno a Luino da ormai 10 anni.

Anche settembre sarà denso di avvenimenti legati al centenario: il 13 e il 14 settembre a Calcinate del pesce si terrà "Lo sport prende il volo" una manifestazione che unirà alianti e aerei ultraleggeri in esibizioni di volo sportivo;  mentre il 28 si terrà Il MAV, la tradizionale manifestazione aerea di Vergiate che quest’anno cambierà sede trasferendosi ad Angera. Mentre nel mese di ottobre sarà possibile effettuare delle visite guidate all’aeroporto di Malpensa.

Il 10 e l’11 ottobre saranno giorni dedicati agli anniversari della realtà industriale varesina legata al volo: mentre il 10 ottobre infatti si festeggerà il centenario della fondazione della  Secondo Mona, storica azienda leader nell’equipaggiamento aereo, l’11 si festeggia il 50esimo anniversario del primo elicottero Agusta.

L’evento culturale più importante sarà  però la mostra "Le Ali del secolo", prevista a Malpensa Fiere dal 14 al 23 novembre prossimi: nata da un’idea di Maria Fede Caproni e Alfonso Grassi, la mostra conterrà delle vere chicche («dal video originale dei primi 12" di volo dei Wright al motore dell’aereo su cui hanno volato – ha spiegato Grassi – dalla storia dei manifesti aerei alle a volte affascinanti architetture degli hangar») interi aerei civili e militari e un padiglione, chiamato "la cittadella del volo" , di divertimenti legati al volo: dalle esibizioni in mongolfiera ai voli figurati con sofisticati simulatori.

L’ultimo appuntamento però sarà il 17 dicembre, giorno dell’anniversario ufficiale: a corollario della cerimonia ufficiale («a cui sono state invitate tutte le più alte autorità dello Stato» ha spiegato il presidente della provincia di Varese Marco Reguzzoni), dai cieli di Varese Gallarate Busto Arsizio e saronno sfreccerà la Pattuglia acrobatica dell’aviazione italiana, le famosissime e amatissime "Frecce tricolori".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.