Cerca di entrare in Tribunale con un coltello, fermato dai vigili

Giorni intensi per la Polizia Locale; fermato anche uno straniero per tentato abuso sessuale

Ha cercato di entrare in tribunale con un coltello da 19 centimetri ed è stato fermato dagli uomini della Polizia Locale. È accaduto la mattina del 14 maggio, intorno alle 9 e 50 quando un 31enne di Varese, G.Z., è stato fermato da un agente di Polizia Locale mentre cercava di entrare all’interno del Palazzo di Giustizia in piazza Cacciatori con un coltello serramanico.

Il ragazzo è stato accompagnato al Comando, si è giustificato asserendo di averlo ricevuto in regalo e di averlo dimenticato nel giubbotto che indossava. Il coltello è stato sequestrato. Il 31enne è quindi stato denunciato a piede libero per porto abusivo d’arma da taglio.

Altre operazioni di questi giorni compiute dalla Polizia Locale. Sabato 10 maggio, alle ore 9.50, in viale Aguggiari a Varese, agenti di Polizia Locale della squadra di Polizia Giudiziaria hanno fermato un cittadino di origine marocchina H.S., classe 1968, residente a Reggio Emilia ma domiciliato a Varese per aver tentato di abusare sessualmente di una donna C.R. di 43 anni. L’uomo, portato al Comando per accertamenti, è stato denunciato in stato di libertà.
Lunedì 12 maggio, alle ore 11.50, in via Fermi a Varese, agenti della Vigilanza di Quartiere hanno fermato un cittadino di origine marocchina A.L., di anni 38, residente a Varese, perché trovato in possesso di contrassegno assicurativo falso. L’uomo, portato al Comando e denunciato in stato di libertà, si è difeso asserendo che il documento, comprato a Milano per la somma di 1.600 euro, gli era stato venduto da una persona conosciuta casualmente e di non aver nutrito sospetti circa la sua validità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.