Le imprese di Busto Arsizio chiedono spazi e servizi

Area industriale: spazi esauriti. Ma entro trenta giorni saranno pubblicati i bandi per le nuove assegnazioni

Le associazioni di categoria chiedono all’amministrazione comunale di Busto Arsizio spazi per la grande e piccola impresa. Chiedono servizi e interventi nell’area industriale di Sacconago. Busto è una città conosciuta anche a livello internazionale per la sua imprenditorialità ed esige, secondo Univa, l’Unione degli industriali di Varese, un’area più presentabile. Ma è la sete di spazi, dove insediare nuove attività ad accomunare la grande impresa e l’attività artigianale e delle necessita di quest’ultima si è fatto portavoce il presidente della Associazione Artigiani Giorgio Merletti. Negli ultimi anni infatti la disponibilità di aree dove insediare nuove attività è stata esaurita. Ma entro trenta giorni i nuovi bandi per le assegnazioni di lotti nell’area sud ovest di Saccongao saranno pubblicati. Nessun imprenditore sarà così costretto ad emigrare nei comuni limitrofi per impiantare la sua attività o eventualmente espandersi. 
Le ultime assegnazioni di lotti industriali risalgono atre anni fa. La prima parte dell’intera area industriale è arrivata così alla saturazione, al punto che le richieste sono diventate molte. «L’esigenza di nuovi spazi è molto concreta» dice il vicesindaco e l’assessore all’urbanistica Gianfranco Bottini, che parla di trenta giorni per la definizione e la pubblicazione del bando. «L’area in questione è pari a circa 330mila metri quadrati e ci sarà la possibilità anche per le piccole imprese di accedere al bando, magari consorziandosi, nell’attuale zona industriale le piccole attività incidono per il 15 per cento». Insomma presto le nuove richieste che arrivano dall’imprenditoria bustese e non solo potranno essere esaudite. Il bando non è ancora stato completamente definito, ma rispetto al precedente potrà prevedere tempi per le edificazioni non superiori ai cinque e ai sei anni (prima erano dieci).
Di nuovi spazi per l’impresa e di servizi, l’amministrazione comunale ha parlato nei giorni scorsi con i vertici di Univa e Associazione Artigiani. In entrambe i casi gli interlocutori hanno dimostrato molta attenzione. Insomma incontri all’insegna della massima collaborazione. Così il governo cittadino guidato da Rosa si impegnerà anche ad abbellire e rendere funzionale la zona industriale di Sacconago per renderla presentabile ai visitatori esterni. Antonio Colombo che ha incontrato Rosa e Bottini in via Mameli ha infatti elencato una serie di interventi necessari a questo proposito. interventi che vanno dal taglio dell’erba alla segnaletica, dalla vigilanza alla necessità di servizi dalle banche a punti di ristoro. Insomma quel centro servizi che è nei programmi dell’amministrazione comunale.
Anche le esigenze espresse da Giorgio Merletti e Carlo Monoli, rappresentante del settore dell’autotrasporto, sulla possibilità di un centro logistico dell’autotrasporto, collegato a Malpensa ha raccolto un impegno dell’amministrazione comunale.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.