Nuovamente occupato il campo nomadi di via Parma

Solo poche ore sono passate dall'ultimo sgombero. Il sindaco: «servono recinzioni fisse». La Lega torna alla carica

Tornano i nomadi in via Parma. L’ennesimo sgombero da parte delle forze dell’ordine è avvenuto soltanto pochi giorni fa. Ad oggi una dozzina di roulotte sono tornate nel campo e il sindaco ha già firmato a nuova ordinanza di sgombero.

«Ci domandiamo per quali ragioni Saronno sia crocevia di qualunque flusso di stranieri, siano essi zingari o extracomunitari clandestini di ogni etnia – sottolinea in un comunicato Raffaele Fagioli, segretario cittadino della Lega Nord – Ci domandiamo se non sia il lassismo degli organismi preposti, dato che in realtà a noi vicine questi fenomeni non si verificano». 
Per la Lega l’attuale situazione è anche l’occasione giusta per tornare sui propri temi: «Invitiamo l’Amministrazione a prendere tutti i provvedimenti necessari al ripristino della legalità sul nostro territorio, anche in considerazione del fatto che la presenza di gruppi di zingari coincide casualmente con un incremento del numero di furti in abitazioni e ville saronnesi. Chiediamo alle forze dell’ordine, che in pochi mesi sono riuscite a ridurre notevolmente la presenza di accattoni ai semafori, di attivarsi per liberare gli incroci da donne e bambini zingari che richiedono l’elemosina».

«Ho già firmato l’ennesima ordinanza di sgombero – spiega il sindaco Pierluigi Gilli – Poiché gli sgomberi, sebbene sempre tempestivi, eseguiti da Polizia Locale e Carabinieri non hanno fatto cessare le continue occupazioni, sto facendo preparare un’ordinanza per imporre l’esecuzione di una recinzione ai terreni in questione; infatti, le opere palliative già messe in opera (un fosso) sono state bellamente aggirate. Com’è noto, le occupazioni abusive durano al massimo un paio di giorni; Polizia Locale e Carabinieri intervengono con costanza e rapidità; ora, però, occorrono ostacoli fissi».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.