Presentato il bilancio del 2002: «Meno tasse e nessun disservizio»

Avanzo di amministrazione di un milione e 200 mila euro. Il vicesindaco Renoldi: «lo useremo per l'Università»

«Un buon bilancio in cui risulta vincente il nostro cavallo di battaglia, ovvero la diminuzione della imposte comunali». Non ha dubbi l’assessore al bilancio, nonchè vicesindaco, Annalisa Renoldi che giovedì 22 maggio ha presentato al consiglio comunale il bilancio consuntivo del 2002. «Nel complesso ci troviamo di fronte a un documento che rispecchia un anno positivo, molto simile al 2001 per linee politiche. Tutto ciò fa ben sperare per il 2003».

«Anche quest’anno è stato rispettato il patto di stabilità – spiega soddisfatto il vicesindaco – In questa maniera non dovremo sottostare ai vincoli per le assunzioni imposti a chi non rispetta il patto. Ogni anno è sempre più difficile rientrare in questi parametri, ma ce l’abbiamo fatta». 
L’avanzo di amministrazione si aggira intorno al milione e duecento mila euro, circa due miliardi di vecchie lire. «Si tratta di un avanzo il linea con gli scorsi anni – spiega la Renoldi – Questo ci permetterà subito reinvestire questi soldi nella città, in opere importanti come il secondo lotto della ristrutturazione dell’ex Seminario. Secondo lotto che ospiterà il nuovo corso dell’università dell’Insubria nel prossimo anno accademico».

«Va sottolineato il buon risultato ottenuto a fronte di una diminuzione delle imposte comunali – conclude soddisfatta il vicesindaco – L’Ici è passata al minimo consentito per legge, il 4 per mille. Ed anche l’addizionale Irpef è stata fatta scendere allo o,18 per cento. Nonostante ciò sono stati garantiti tutti i servizi ai cittadini e il bilancio non ne ha per niente sofferto. Inoltre, un’altra voce importante e che non ha bisogno di commenti riguarda gli investimenti: basta guardarsi in giro per la città per accorgersi di quanto è stato fatto e di quello che si sta ancora facendo».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.