Spaccatura nel centrosinistra, “Una città per tutti” rimane solo

Il gruppo di minoranza decide di abbandonare la coalizione: «è venuto meno il patto elettorale che ci aveva unito»

Spaccatura nel centrosinistra: "Una città per tutti" abbandona il gruppo che, unito, si era presentato alle ultime elezioni con un unico programma. Roberto Guaglianone, consigliere comunale del gruppo, motiva la scelta della lista sottolineando che «le recenti scelte del centrosinistra non sono state da tutti condivise. L’ultimo esempio è la presentazione del progetto, elaborato dai partiti di opposizione, per la il recupero delle aree dismesse».

Infatti, durante la serata di presentazione del progetto presentato dal centrosinistra, alcuni rappresentanti del gruppo "Una città per tutti" avevano dichiarato di non essere totalmente d’accordo con quanto esposto dal resto della minoranza.
«Ormai sono venute meno le condizioni per stare dentro il centrosinistra – prosegue Guaglianone – è venuto meno il patto elettorale. Quella delle aree dismesse è solo un esempio, ma i momenti sono stati molti: dalle posizioni sulla guerra alla recente posizione sul referendum per l’articolo 18».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.