Stop alle alluvioni dell’Olona. Un ponte ci salverà

Il consiglio provinciale esamina la convenzione: prevista una spesa di 645 mila euro. Le sirene di allarme delle aziende della valle smetteranno di suonare in caso di maxi precipitazioni

Basta esondazioni nella zona industriale di Castiglione Olona in caso di alluvione. Anche il noto "Ponte della Mazzucchelli" sarà interamente spostato e rifatto. Negli ultimi anni, il peggioramento delle condizioni climatiche e il sempre più frequente verificarsi di alluvioni, ha fatto sì che il ponte in questione diventasse una area critica, tanto da far installare degli allarmi antialluvione nelle ditte della zona. Sirene che permettono agli operai la fuga in caso di emergenza. 

Mercoledì 14 marzo il consiglio provinciale di Varese ha esaminato la bozza di convenzione con il comune di Castiglione Olona che prevede una spesa complessiva, per spostare il ponte e sistemare tutta la viabilità, di oltre un miliardo e 200 milioni di vecchie lire, di cui due terzi a carico della Provincia e il restante a carico del Comune. I lavori prevedono lo spostamento del "ponte della Mazzucchelli" di circa un centinaio di metri più a Valle e lo spostamento della relativa strada provinciale il cui nuovo tracciato taglierà in due l’attuale piazzale della Mazzucchelli per poi ricollegarsi con la strada per Gazzada. Il progetto prevede anche la nascita di una rotonda all’ingresso del borgo antico di Castiglione, in un punto dove in passato si sono verificati diversi incidenti stradali.

«È stato molto difficile portare avanti questo progetto, ma ne sono pienamente soddisfatto – spiega il sindaco Giorgio Luini – I fondi arrivano dai danni provocati dall’alluvione del ’92 e un primo progetto a cui ci eravamo opposti prevedeva solo l’innalzamento del ponte. Questa soluzione sarebbe stata un disastro per le aziende della zona a causa dei numerosi camion e tir che transitano. Quindi abbiamo deciso di partecipare anche economicamente al progetto e sostenere così lo spostamento del ponte e il nuovo tracciato della strada provinciale».

Entro fine anno dovrebbero essere ultimati i progetti esecutivi e si dovrebbe quindi procedere con la gara d’appalto. «I lavori potrebbero già partire dalla primavera del 2004 – prosegue Luini – Da parte nostra speriamo di poter portare avanti in contemporanea anche la sistemazione del nuovo piazzale Mazzucchelli, necessario alle numerose aziende della zona». Lo stesso assessore provinciale ai trasporti e alla viabilità Carlo Baroni ha sottolineato durante il consiglio provinciale che «si tratta di lavori che rivestono ormai carattere di urgenza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.