Torna “Varese vuole cambiare musica”

21 bande e oltre mille musicisti invadono la città nel pomeriggio di domenica 18. Per lottare contro il lavoro irregolare

Musica per divertirsi, musica per rilassarsi ma anche musica per comunicare che un altro mondo è possibile. Musica popolare capace di diventare impegnata e di opporre un secco "no" al lavoro nero, a quello irregolare e a qualsiasi tipo di abusivismo.

Anche quest’anno ritorna  "Varese vuole cambiare musica", la quinta edizione di una manifestazione che vede impegnate in prima linea contro ogni forma di lavoro irregolare ed abusivo, oltre alla C.N.A., l’Associazione Artigiani, l’Associazione panificatori della Provincia di Varese,  la Confesercenti e Legacoop e che si avvale della collaborazione della C.C.I.A.A., dell’Unicef, del Provveditorato agli studi e del patrocinio del Comune di Varese. 

E la parte più spettacolare, che coinvolge oltre mille musicisti è il concerto di domenica 18 maggio. A partire dalle 16, ventun bande musicali “invaderanno” il centro della città di Varese e lo inonderanno di musica, dal momento che in ogni angolo del centro storico di Varese si esibirà un corpo filarmonico. Come di consueto tutti i corpi musicali confluiranno poi, intorno alle 18,30, in piazza della Repubblica per il grande concerto all’unisono.

Varese vuole cambiare musica si concluderà poi nella settimana successiva con un incontro del Comitato organizzatore con la Consulta degli studenti, ritenuto un interlocutore fondamentale per contrastare “culturalmente” un fenomeno che non può essere sradicato  con la sola repressione.

il programma completo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.