In 800 fotografati per l’addio alla piazza del paese

Un fotografo salirà in cima ad una gru alta 40 metri appositamente attrezzata per l'occasione

Ma chi l’ha detto che ci vuole il grand’angolo per contenere 800 persone? Una soluzione assai più rapida l’ha trovata il sindaco di Galliate Lombardo che ha deciso di ritrarre gli oltre 800 abitanti del piccolo e tranquillo centro alle porte di Varese con un artificio davvero particolare. Domenica prossima, infatti, i cittadini di Galliate verranno immortalati da un’altezza di 40 metri grazie ad una gru che verrà posizionata nei pressi della piazza del paese. E non è una delle tante trovate artistiche o la ricerca di un inedito soggetto per una cartolina, che ha spinto l’amministrazione a decidere per lo storico scatto. Si tratta di dare l’addio ad una vecchia struttura che si trova nel centro storico del piccolo borgo.
«A breve inizieranno i lavori per la ristrutturazione della casa parrocchiale recentemente acquistata dal comune – spiega il sindaco Carlo Tibiletti (nella foto) – . Più che una casa la definirei una rocca che per anni è rimasta inutilizzata. Ebbene, per festeggiate questo momento che a breve ridarà gli antichi splendori all’edificio, abbiamo deciso di scattare una foto con tutto il paese, proprio per dare l’addio alla struttura, ma soprattutto questa sarà l’ultima occasione per vedere così com’è la piazza del paese».
L’edificio, che si prevede verrà ristrutturato interamente nel 2005 ospiterà la nuova biblioteca e un centro per anziani.
Il tutto in una giornata particolare per l’intero paese, dal momento che la foto di gruppo verrà accompagnata da un’iniziativa benefica collegata col mondo del volontariato in Africa. Il ricavato del mercatino artigianale andrà infatti devoluto interamente in beneficenza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 novembre 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore