Neve a Varese? Te lo dice la radio

Siglata una convenzione tra radio locali e Comune. Per favorire la prevenzione e limitare i danni, a breve anche SMS di informazione in tempo reale

Quest’anno “l’emergenza neve” a Varese si affronterà via radio e via SMS. Il comune ha presentato oggi infatti un programma di prevenzione che prevede tra l’altro un accordo con RMF – Radio Missione Francescana (FM 105,300 – 91,700), Radio News (FM 101, 700 – 98,300) , Radio Stazione Uno (FM 87,500) e Rete 8 (FM 103,400 – 101,400) per la diffusione di notizie urgenti sulla viabilità cittadina.

Una specie di Infotraffico locale, insomma, in grado di segnalare le situazioni di difficoltà viabilistica in città e le eventuali vie alternative consigliate in caso di nevicata.

«Vista l’esperienza dello scorso anno, che ha dato molti disagi alla popolazione, abbiamo deciso di fare innanzitutto opera di prevenzione – ha spiegato il sindaco di Varese Aldo Fumagalli – innanzitutto utilizzando un mezzo che in questi casi è importantissimo, come la radio. Non potrà più succedere, perlomeno, che si resti delle ore bloccati in autostrada senza sapere nemmeno il perchè. Ma ci siamo mossi anche per informare la popolazione su come muoversi correttamente in caso di neve, stampando un opuscolo che non solo mette per iscritto le prescrizioni ufficiali della Polizia locale in caso di nevicata, ma fornisce anche i consiglio del metereologo, il professor Furia, e le indicazioni di guida di Massimo Sassi, pilota e navigatore di rally. E, a breve, diventerà concreto anche il servizio di informazioni sulla viabilità varesina via SMS».

Un’esperienza negativissima, quella dell’anno scorso, dovuta a fattori assolutamente diversi dall’abbondanza delle nevicate: «I nostri dati storici, al contrario, registrano un piccolo ma costante aumento della temperatura, durante l’inverno, e brinate e nevicate di una volta non esistono più – spiega Salvatore Furia, responsabile del Centro Geofisico Prealpino – quello che ha mandato in tilt la città l’anno scorso, infatti, non era stata una spessa coltre di neve, ma un velo di ghiaccio. Che noi avevamo previsto la sera prima, ma che nessuno aveva considerato come importante. Ora però, ci sentiamo direttamente con l’ingegnere capo del Comune, e problemi come quelli dell’ano scorso non dovrebbero essercene più».

Per quanto riguarda invece le attività programmate per gestire l’emergenza nevicate, il sindaco Fumagalli rimanda invece, per le novità “strategiche”, ad un prossimo incontro con l’assessore Nicoletti : «Posso però già preannunciare che abbiamo deciso di dividere la città in settori, con un responsabile per ogni settore. E che sono già disponibili le scorte di sabbia e sale, quest’anno decisamente aumentate».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 novembre 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.