Pintus: «Rispetto la decisione, compostaggio strategico»

Secondo l'assessore uno degli obiettivi della provincia consiste nel valorizzare la trasformazione dell'umido in compost per agevolare la differenziazione dei rifiuti

«Le sentenze non vanno commentate ma rispettate». E’ questa la prima reazione da parte dell’assessore all’ambiente della Provincia di Varese Francesco Pintus rispetto alla decisione del Tar di Milano che permette, di fatto, la riapertura dell’impianto di compostaggio di Gemonio. Nessun commento nel merito, insomma, da parte dell’assessore, che ha però ribadito i punti cardine della politica provinciale sui rifiuti.
«L’unico dato oggettivo consiste nel fatto che il compostaggio rappresenta ad oggi un sistema strategico per la gestione dei rifiuti nella nostra provincia – ha affermato Pintus – . Gli impianti in provincia di Varese sono ancora troppo pochi per dire di avere una copertura totale del territorio rispetto allo smaltimento del verde o della frazione umida. Con questo non voglio, lo ripeto, commentare in positivo o in negativo la decisione del Tar, dal momento che le decisioni prese dalla provincia sono state il riflesso di una situazione di forte disagio subita dai cittadini della zona vicino all’impianto di compostaggio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore