Porte aperte all’Itis, per conoscere le potenzialità del perito industriale

Due giorni di visita per genitori e alunni delle medie inferiori alle sedi di Varese e di Gazzada. Sabato 289 novembre il primo appuntamento

Tra poco più di un mese si apriranno le pre-iscrizioni nelle scuole. Nel mese di dicembre, quindi, gli istituti aprono le proprie porte per far conoscere alle potenziali matricole le offerte e formative e le dotazioni.

Ad aprire le danze è l’Itis di Varese che sabato 29 novembre con replica domenica 18 gennaio invita alunni e genitori a far visita alla sede di Varese in via Zucchi 3, dove si trovano le specializzazioni tessile, meccanica e materie plastiche, o a quella di Gazzada in via per Morazzone, dove si trova la specializzazione informatica. Ad accogliere i visitatori gli stessi docenti che presenteranno i laboratori e le aule oltre ai dettagli del piano di studio. Com’è tradizione, saranno presenti anche gli studenti degli ultimi due anni che potranno rispondere alle domande dei ragazzi in visita.
Sin dal 1950, l’Itis fornisce al tessuto industriale locale personale qualificato non soltanto dotato di una buona preparazione culturale ma anche in grado di dimostrare le proprie potenzialità dal punto di vista tecnico, fino a raggiungere le più alte cariche dirigenziali.
Al termine del ciclo di studi è possibile entrare nel mondo del lavoro o proseguire all’università: il diploma di perito industriale consente, tra l’altro,dopo un periodo di tirocinio e il superamento dell’esame di abilitazione, l’iscrizione al Collegio dei periti industriali per l’esercizio della libera professione.
Gli orari di visita saranno: dalle 15 alle 17,30 sabato 29 novembre e dalle 10 alle 12,30 domenica 18 gennaio.
Per facilitare la visita è possibile prenotarsi al numero 0332/870615

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 novembre 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore