Ambientalisti: «Pedemontana e Varesina Bis, tracciato inaccettabile»

Il comitato Cipta Onlus scrive alla Regione: le strade passano attraverso i nascenti parchi sovracomunali

«Quelle strade non tengono conto dell’ambiente e degli effetti troppo negativi che porterebbero in un’area già penalizzata dalla presenza di discariche e aeroporto». Il comitato di cittadini Cipta Onlus, già molto attivo nella lotta contro le discariche di Gorla e Mozzate, scrive alla Regione per manifestare il proprio dissenso al tracciato presentato dalla Società Pedemontana per la realizzazione dell’autostrada "Dalmine, Como, Varese, Valico del Gaggiolo". Autostrada che, secondo il progetto preliminare attraverserebbe diverse aree verdi, sia con l’arteria principale, sia con l’opera connessa della Varesina Bis, che collega Uboldo con Tradate, quasi parallelamente all’attuale Statale 233.

«Per tutelare le aree verdi, diversi Comuni della zona stanno costituendo due parchi locali di interesse sovracomunale che interessano entrambi il territorio di Gorla Minore – spiegano dal Comitato -: il parco del Medio Olona, di prossima attivazione, e il Parco del Bosco del Rugareto. Da parte sua la Regione ha incluso il territorio del Medio Olona nel piano Generale delle aree regionali protette, tra le "Aree di rilevanza ambientale". Ebbene, proprio in questa fascia che si vuole protetta, nel progetto preliminare presentato il 4 febbraio in Regione, è previsto il passaggio dell’autostrada Pedemontana».

«Consideriamo inaccettabile il tracciato presentato dalla società Pedemontana per diversi motivi – concludono i rappresentanti del comitato nella lettera scritta alla Regione Lombardia -. Nello studio di impatto ambientale non sono analizzati gli effetti combinati sul territorio in relazione alle criticità già presenti; il tracciato andrebbe a indebolire pesantemente la fascia verde che con i contributi della Regione si andrebbe a rinforzare; il traffico autostradale incrementerebbe l’inquinamento atmosferico e l’inquinamento acustico in un ambiente in cui si stanno faticosamente programmando interventi di attenuazione dei fenomeni inquinanti in atto; la collocazione dell’autostrada in un’area di rilevanza ambientale è in netto contrasto con i parchi sovracomunali».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.