Asse delle tre chiese, si completa la pista ciclabile

Il progetto approvato in commissione e preso in consiglio comunale

Nei prossimi mesi, sarà completato anche l’ultimo tratto “dell’Asse delle Tre Chiese”, previsto nel documento d’inquadramento predisposto dall’assessore di Forza Italia dell’epoca Giorgio De Wolf.  Il nuovo progetto prevede degli interventi che comporteranno la ripavimentazione di via Diaz, via General Cantore e viale Rimembranze. Il tutto sarà realizzato con gli stessi materiali di pregio come porfido e granito, con lo stesso stile impiegato nel precedente tratto di piazza S. Francesco e corso Italia. L’intera superficie pavimentata a porfido sarà rialzata rispetto il filo stradale in asfalto, così da garantire la sicurezza e la fruibilità da parte dei pedoni. 
Le novità più importanti sono due: la prima è che saranno realizzati nuovi portici; in una parte si tratterà addirittura di una struttura a sé stante, cioè un portico non annesso ad un edificio. In tal modo si potrà camminare da piazzetta della Croce-via Portici, sino in viale Rimembranze sempre sotto i portici, al riparo in caso di pioggia o al fresco dell’ombra in estate.

«L’altra novità è ancora più clamorosa – spiega Carlo Mazzola di Forza Italia -. In città è diventata una barzelletta la pista ciclabile di viale Rimembranze che ad un certo punto finisce contro un muro, costringendo i ciclisti ad azzardate acrobazie per non sbattervi contro e per immettersi sulla strada senza rischiare di essere investiti dalle auto. Questo è il motivo per cui finora la pista non è stata utilizzata dai ciclisti. Ora però, con questo intervento di riqualificazione, Forza Italia e la maggioranza moderata sono riusciti a trovare la soluzione che consente alla pista ciclopedonale di proseguire. Il progetto prevede l’allargamento della carreggiata stradale grazie all’arretramento dell’edificio che sarà realizzato in luogo dell’attuale abbandonato all’angolo con via Diaz». 

Il piano è già stato approvato dalla Commissione programmazione del territorio e sarà ora deliberato in consiglio comunale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.