Bossi, timidi segnali di miglioramento

Varese – Il senatore avrebbe aperto gli occhi rispondendo alla diminuzione dei farmaci, ma la prognosi resta riservata

La prognosi resta riservata ma i medici hanno colto qualche timido segnale di ripresa. Parlare di una ripresa di Umberto Bossi è davvero eccessivo, tanto più che le voci raccolte altro non sono che indiscrezioni, ma resta il fatto che qualcosa, rispetto alla gravissima situazione iniziale, si sta muovendo.
I medici stanno progressivamente riducendo la terapia farmacologica che da due settimane tiene il senatore in uno stato di coma indotto. E il primo segnale positivo sarebbe che il paziente ha aperto gli occhi. Qui si fermano le novità ma dal reparto di Neurorianimazione dell’Ospedale di Circolo trapelano soddisfazione e ottimismo. Sorridente il ministro del Welfare Maroni che ha fatto visita ieri a Bossi, più cauto Reguzzoni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.