Cesare Chiericati si dimette dalla direzione del “Giornale del Popolo”

Il giornalista varesino lascia il quotidiano cattolico. Alla base della decisione divergenze di opinioni con l'azionista di riferimento

Cesare Chericati lascia la direzione del Giornale del popolo di Lugano. Il giornalista varesino era stato il protagonista di una politica di rinnovamento del quotidiano della curia luganese, dando una nuova veste grafica al giornale e tentando di creare un prodotto legato ancora al mondo cattolico ma più laico e aperto verso la società.
La decisione era nell’aria e arriva in coincidenza con l’annuncio di una operazione di "salvataggio" finanziario della testata, grazie al Corriere del Ticino. 
Le due aziende editoriali costituiranno una nuova società, partecipata al 49% dal Corriere, con capitale sociale iniziale di 100mila franchi. 
Le scelte del nuovo azionista hanno creato una frattura con la direzione della testata. Per il direttore, infatti, l’accordo con il Corriere non era la sola soluzione possibile per mettere mano a una situazione oggettivamente molto difficile. 
Sulla decisione di Chiericati hanno inoltre pesato inoltre le voci che attribuivano al Monsignor Grampa un’offerta per portare alla direzione il giornalista della Tsi Aldo Sofia. Indiscrezioni interpretate come una mancanza di fiducia proprio nella linea di rinnovamento impostata dal collega varesino. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.