Clandestini, controlli di polizia a tappeto

Operazione provinciale su direttiva della questura. Espulsioni dopo perquisizioni a Busto Arsizio e Besozzo

Controlli più stringenti sull’immigrazione clandestina. Li ha ordinati la questura di Varese, nel quadro di una operazione provinciale di controllo del territorio. A Busto Arsizio, il vicequestore Luigi Mauriello, ha illustrato una perquisizione in un palazzo di via Treviglio, nel quartiere S.Edoardo. Risultato: di 15 stranieri identificati, solo 3 sono risultati regolari; un marrocchino, già espulso in precedenza, è stato arrestato, altre 8 persone – 3 marocchini e 5 albanesi – sono stati espulsi. Nessuno di loro aveva precedenti di polizia, né alcuna connessione con trame eversive. Il vicequestore ha garantito massima vigilanza del territorio e ha fornito le cifre degli stranieri presenti nei sei comuni controllati dal commissariato: 3461 extracomunitari. Un’altra identificazione di stranieri non in regola è stata compiuta dalla squadra mobile della questura di Varese, in un capannone industriale dismesso, in via Zangrini, a Besozzo. Gli agenti hanno trovano 11 clandestini, 10 marocchini e un palestinese: uno di questi, minorenne, è stato affidato ai servizi sociali del comune di Besozzo. Due persone sono state arrestate (uno perché già raggiunto da espulsione e un altro perché raggiunto da condanna definitiva per un furto a Como); 6 persone, non in regola, sono state invece associate al centro di via Corelli a Milano, in attesa di espulsione. La Questura, ha poi fornito un bilancio complessivo delle operazioni, che non ha riguardato solo l’immigrazione clandestina, ma anche la criminalità diffusa e di strada: 197 controllati, 106 auto fermate, 18 controlli a pregiudicato sottoposti a misure, 12 espulsioni, un locale pubblico chiuso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.