Disabili, un film e un convegno

Dibattito al liceo scientifico sabato 20 marzo: quale cultura per i differenti abili?

Parte la rassegna "Oltre l’indifferenza", che vede il sostegno dell’Amministrazione Comunale, per avvicinarsi alle tematiche della disabilità.  
Sabato 20 marzo alle 9.30 nell’Aula Magna del Liceo Scientifico
in viale dei Tigli l’Associazione di Volontariato "Ali di Parole", con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale gallaratese – Assessorato allo Sport e Assessorato ai Servizi Sociali – propone infatti un interessante convegno dal significativo titolo "Quale cultura per i diversamente abili? Ipotesi di lavoro per la visibilità delle competenze negli ambiti: familiare, scolastico, sociale e sportivo". 

All’incontro prenderanno parte, come relatori, medici, educatori, insegnanti, ma anche genitori: la dottoressa Ferrario, responsabile Uonpia Azienda ospedaliera Gallarate relazionerà su "La presa in carico neuropsichiatrica: il lavoro di rete"; il dottor Vitali, neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta di Forlì, su "La facilitazione come strumento per la visibilità"; quindi spazio alle esperienze: di genitori per l’ambito familiare, educatori e docenti per l’ambito scolastico, sociale e sportivo.

L’Associazione di volontariato "Ali di Parole" si è costituita nel gennaio scorso e ha sede a Gallarate: è un’associazione di genitori e operatori scolastici e della riabilitazione i cui scopi sociali e le cui finalità prevedono momenti di aggregazione e indicano azioni a supporto degli associati attraverso servizi di assistenza sociale e di patronato, a tutela dei diritti dei diversamente abili e delle loro famiglie.

Il programma della rassegna "Oltre l’indifferenza" propone anche un film Mercoledì 31 marzo "Big Fish – storie di una vita incredibile", di Tim Burton, con Ewan McGregor, Albert Finney, Billy Crudup, Jessica Lange.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.