È ancora neve e il Varesotto va in tilt

Traffico difficoltoso su tutte le principali arterie del nord del Varesotto. Problemi anche a Sud. Riaperta l'autostrada

Riaperta l’autostrada A8 in direzione Varese mentre migliora la circolazione a Varese e nel resto del varesotto, alto e basso. Ma resta grave la situazione sulla tangenziale di Varese che resta bloccata a causa di alcuni mezzi pesanti che sprovvisti di catene si sono messi di traverso sulla carreggiata. Secondo la Provincia «settanta mezzi per lo sgombero neve sono in azione da ieri sera sulle strade provinciali. L’emergenza però è scattata stamane in concomitanza con il traffico in uscita ed in entrata a Varese, traffico che, in più d’una situazione, ha provocato ripercussioni. Colpa anche della leggerezza con la quale molti automobilisti affrontano strade a rischio ghiaccio e neve con un equipaggiamento non adeguato».

I principali problemi si sono verificati in area Gaggiolo lungo la Statale Briantea, con mezzi che si sono messi di traverso sulla carreggiata bloccando la circolazione. Situazioni di neve intensa nell’area della Valcuvia, in modo particolare sono state colpite le provinciali n. 62 (Brinzio), sp n. 45 (Gemonio-Azzio), sp n. 30 a Ferrera, quest’ultima ancora transitabile solo con catena da neve.
Nella zona imbocchi autostrade problemi sulla sp n. 1, sp n. 57 e sul Ponte di Vedano: provinciali prese d’assalto dagli automobilisti che hanno dovuto lasciare l’autostrada. La transtabilità delle strade provinciali è comunque buona.

 

Nel dettaglio la situazione delle strade provinciali in ciascuno dei sei settori in cui è divisa la rete delle strade provinciali:
Zona 1 (luinese) non si segnalano situazioni di particolare difficoltà.

 


Zona 2 (Valceresio da Induno a Porto Ceresio): obbligo di catene per nevicate abbondanti sulla sp n. 29, n. 9 (ospedale di Cuasso) n. 51 ed sp n. 3

 


Zona 3 (Tradate-Castelseprio-Bustese): non si segnalano situazioni di particolare difficoltà

 


Zona 4 (Somma-Lonate-Malpensa): nessun particolare problema alla circolazione. La neve con l’intenso traffico quotidiano ha solo rallentato la circolazione, in modo particolare la sp n. 341 è trafficata.

 


Zona 5 (dei laghi, Comabbio, Monate e medio Verbano): la circolazione non incontra particolari difficoltà.

 


Zona 6 (del lago di Varese) le precipitazione abbondanti si sono assommate al consueto intenso traffico delle ore di punta, obbligatorio l’uso di catene.

Varese, ore 11.15. La situazione in città:
-zona Montello-stadio-Marzorati-Crispi-Campigli: tutte le strade percorribili

 

-Centro-Giubiano-Casbeno-Bosto: buona la situazione, in via di soluzione i problemi nelle strade secondarie di Giubiano

 

-San Fermo, Valle Olona, San Carlo, Bizzozero: buone condizioni su tutte le vie, strade laterali in via di miglioramenti, qualche problema in via Friuli (in via di soluzione a mezzogiorno)

 

-viale Aguggiari, Sant’Ambrogio, Velate, Sacro Monte: situazione in via di normalizzazione.

 

-Viale Europa, via Tasso, via Corridoni, viale Borri: percorribili

 

-zona Bobbiate, Schiranna, Capolago, Calcinate: tutto percorribile, in via di miglioramento la viabilità secondaria

 

-zona Belforte-Biumo Superiore: situazione normale

 

-Masnago, San Gallo, Ippodromo: tutto percorribile

 

Dalle 13 saranno in servizio gli operatori Aspem per la pulizia dei marciapiedi (dieci uomini, due mezzi), oltre a una decina di spalatori del Comune.
Tutto il personale del Corpo di polizia locale è impegnato nei servizi viabilistici di assistenza della circolazione e di presidio delle intersezioni.

 

Questi alcuni interventi della Polizia locale questa mattina:
– alle ore 7.10, la caduta di un albero in via Tamagno ha tranciato i cavi dell’illuminazione pubblica, danneggiando anche due autovetture e creando pesanti ripercussioni sulla circolazione della zona fino alle 9
– in viale Belforte, e sulle vie Corridoni, Gasparotto e Borri, alcuni automezzi pesanti, tra le 8 e le 10, si sono posizionati di traverso, rallentando la circolazione.

 

ore 10. Ci risiamo. La neve è tornata abbondante e puntualmente sulle strade si è verificata la situazione cui ormai siamo abituati. Traffico in tilt anche sulle grandi arterie, chiusa l’autostrada A8 nel tratto tra Linate e Busto Arsizio in direzione sud, quindi verso Milano. La statale 233 "Varesina" è una colonna di auto ferme, come anche la strada che da Gazzada porta al Ponte di Vedano.
Difficile, ancora una volta, gestire l’emergenza poiché il manto stradale, ripulito dai mezzi, viene immediatamente ricoperto dalla neve che continua a cadere copiosa. 
Questa la situazione a Varese: 
la circolazione presenta alcune situazioni di difficoltà (tra le 7.30 e le 8, ore di punta).
«Si tratta di rallentamenti fisiologici – spiega l’assessore alla Viabilità, Alessio Nicoletti – dovuti al traffico maggiore delle ore di punta e a problemi nella circolazione fuori Varese, che si ripercuotono anche sulle vie di accesso a Varese. Gli spazzaneve sono al lavoro dalle 4.15, mentre fino alla mezzanotte di ieri le strade sono state tenute pulite, con il passaggio anche di mezzi spargisale e spargisabbia. 
In tutto, i mezzi in circolazione sono 52, e stanno passando in continuazione su tutto il territorio cittadino». 
I rallentamenti interessano la zona finale di viale Borri e viale Belforte, la zona di accesso alla bretella autostradale (zona via Magenta-via Sant’Imerio). 

«Ricordiamo l’obbligo delle catene in via Corridoni e in via Tasso – precisa Nicoletti -: invitiamo comunque i cittadini ad usare l’auto solo in situazioni di assoluta necessità, visto che la nevicata, secondo le previsioni, continuerà a lungo». Gli agenti della Polizia locale presidiano i principali incroci cittadini, dove il traffico è maggiore. 
 «Gli spazzaneve – precisa Nicoletti – stanno pulendo anche le vie secondarie. La situazione in città dunque, nonostante alcune situazioni di criticità di cui si diceva, è buona. Stiamo monitorando comunque in continuazione, con sopralluoghi costanti, tutto il territorio cittadino».
E l’allerta è scattato anche negli aeroporti di Milano: la Sea ha predisposto, come già accaduto per le nevicate precedenti, il piano di intervento che prevede nei due scali di Malpensa e Linate la presenza di oltre 200 tecnici e 100 mezzi speciali di sgombero e pulizia delle piste, di raccordi e piazzole dei terminal. A Malpensa nevica intensamente dalle 4 e mezza di questa mattina: l’hub è operativo, ma il traffico è rallentato. Solo un po’ di nevischio invece a Linate.

Galleria fotografica

.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.