E’ morto il piccolo Gabriele: era in coma dal 2002

Varese – Non si è più risvegliato dopo una banale operazione alla Mater Domini di Castellanza. Il pm indaga due anestesisti per omicidio colposo

E’ morto lunedì’ notte Gabriele Paganini, il bambino di 10 anni di Inveruno rimasto in coma dopo un’operazione alla clinica Mater Domini di Castellanza.
Il bimbo era stato trasferito da tempo al reperto pediatria dell’ospedale Del Ponte di Varese. La procura della repubblica di Busto Arsizio ha riaperto il fascicolo che riguarda la vicenda del bambino, con l’accusa di omicidio colposo.
La vicenda del piccolo è un dramma ancora senza spiegazione. Gabriele entra in clinica il 14 dicembre del 2002 per effettuare un banale intervento di idrocele a un testicolo.
In sala operatoria, però, subisce un arresto cardiaco.
I sanitari lo pongono in stato di coma farmacologico, ma nel giro di poche ore scivola in coma vegetativo.
Le condizioni del bambino appaiono disperate e i medici ne dispongono il trasferimento all’ospedale di circolo di Varese. Dopo nove mesi Gabriele riprende a respirare autonomamente e viene trasferito in pediatria. Per i genitori è una speranza, ma il lungo sonno si interrompe lunedì, poco dopo la mezzanotte.
Il pm Sabrina Ditaranto, che già aveva aperto un fascicolo con l’accusa di lesioni gravissime, ha riaperto l’indagine con l’imputazione di omicidio colposo. Indagati i due anestesisti che seguirono l’intervento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.