Eletto il consiglio comunale dei ragazzi

Otto le scuole che hanno aderito al progetto. Prima seduta dell'assise il prossimo 23 aprile

Si sono svolte lunedì 15 marzo le elezioni del primo Consiglio Comunale dei Ragazzi, il nuovo organo rappresentativo istituito nello scorso mese di settembre al fine di avvicinare i più giovani alle istituzioni, di contribuire alla loro formazione civica, di incoraggiarli alla partecipazione attiva alla vita della Città.

Otto le scuole che hanno aderito al progetto: le elementari Crespi, Sant’Anna, Morelli, De Amicis e Tommaseo; le medie Crespi, Bossi e Prandina. Alle urne si sono presentati 996 elettori (il corpo elettorale è formato dagli alunni delle V elementari e delle tre classi delle medie).

Questi i nomi dei 26 baby consiglieri eletti: 
– Elementari Crespi: Andrea Armiraglio, Davide Somaruga, Simone Visetti
– Elementari Sant’Anna: Shana Cantù, Marco Pandelli, Sade Girelli, Elisa Linarello
– Elementare Morelli: Alessandro Piermatteo, Luca Martocchia, Gloria Acca, Plamen Jankov
– Elementare De Amicis: Federica Impellizzeri, Valeria Tosetto
– Elementare Tommaseo: Riccardo Cunego, Emanuele Colombo, Beatrice Felli
– Media Crespi: Marco Corso, Gabriele Squizzato, Susanna Gallazzi, Stefano Sacchetti
– Media Bossi: Riccardo Primiceri, Letizia Barbero, Edith Koffi Amoin Taki
– Media Prandina: Michele Bruno, Monica Introini, Nicolò Spreafico

Il più votato è risultato Riccardo Primiceri con ben 193 preferenze e che, a differenza di quanto è accaduto per il Consiglio dei "grandi", la rappresentanza femminile è ben nutrita e di pochi componenti inferiore rispetto a quella maschile (15 maschi e 11 femmine).

La prima seduta del baby-Consiglio è prevista per il 23 aprile presso la Sala Consiglio di Palazzo Gilardoni: tra gli eletti saranno scelti il Sindaco dei Ragazzi e gli Assessori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.