Il Liceo Artistico “Paolo Candiani” conferma la sua vocazione europea

Uno scambio con degli studenti olandesi nell'ambito del progetto Intercultura

Nella scuola europea opera, dal 1914, un progetto di scambi culturali denominato "Intercultura". Questi scambi avvengono attraverso volontari, alcuni dei quali sono diventati, successivamente, illustri personaggi nel campo scientifico e culturale, come Bromfield, J. Dos Passos, H. Hemingway.
Nell’ambito del progetto Intercultura, organizzato al liceo artistico per stabilire relazioni tra diverse culture e nazioni, attraverso la conoscenza di usi, costumi, tradizioni, persone e civiltà, due classi del Liceo Paolo Candiani, la IVSG2 e la IVSG3, sono entrate in contatto con due licei europei. Rispettivamente il Liceo di Eindhoven in Olanda e un istituto superiore liceale di Budapest in Ungheria.
Gli studenti della classe IV SG2 saranno presto ospiti in Olanda a partire dal 25 marzo prossimo sino al 2 aprile mentre gli olandesi verranno ospiti a Busto Arsizio dal 26 maggio al 30 giugno. Uno scambio all’interno di una sorta di educazione alla mondialità.

Il programma di scambio interculturale è piuttosto fitto, sia in Olanda sia qui da noi, grazie ai diversi momenti didattici e culturali programmati. In Olanda gli studenti bustesi visiteranno la città di Amsterdam, la sua affascinante situazione urbanistica e i suoi splendidi Musei. Mentre a Busto Arsizio oltre alla visita ai due gioielli artistici locali, Santa Maria di Piazza e San Giovanni, gli studenti stranieri potranno visitare Milano e i suoi Musei, Villa Panza a Varese e gli altrettanti luoghi culturali e paesaggistici presenti nel nostro territorio.

L’iniziativa va ben al di la di un semplice stage di tipo artistico/linguistico ed è stato preparato, nei suoi dettagli, dallo staff degli insegnanti che organizzano il progetto Intercultura con la finalità di arricchire culturalmente gli studenti e nel tentativo di offrire, attraverso la conoscenza, tutti quegli strumenti sufficienti ad abbattere le barriere che spesso, attraverso stereotipi e pregiudizi, si frappongono tra diverse civiltà. La preparazione degli studenti che si apprestano a partire per l’Olanda e l’Ungheria, a cui sono state delineate le caratteristiche socio-politiche ed economiche di quelle nazioni, è ben calibrata ed appropriata grazie ai diversi test informativi preparati a tale scopo da una équipe scolastica ben motivata.
A breve poi, la IV SG3 riceverà a Busto Arsizio gli studenti e gli insegnanti dell’istituto ungherese sempre in quello spirito di scambio reciproco che apre i giovani alla futura Europa e al mondo intero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.