«Il rilancio di Gallarate non mi fa dormire»

Ristoranti e disco bar in centro? Potrebbero attirare gente, ma a qualcuno rendono la vita impossibile

«Da tre mesi non dormo più. Ho già fatto due esposti al comune per disturbo della quiete pubblica ma, per ora, non è cambiato nulla». Così racconta Giovanna Girella, trentacinquenne impiegata di Gallarate che ha la fortuna o sfortuna, a seconda dei punti di vista, di abitare in una via laterale del centro storico.
La casa che si trova all’interno di un cortile di ringhiera è posta proprio sopra l’ex caffetteria Zamberletti , a due passi dai portici di piazza della libertà. La stanza da letto confina con il nuovo ristorante Royal che ha preso il posto della caffetteria storica . Effettivamente la finestra della camera è alla stessa altezza del secondo piano del locale, dove dopo la mezzanotte i clienti possono divertirsi al ritmo della musica dance. Già alle otto di sera nonostante le finestre siano chiuse e il volume ridotto al minimo, si riesce a percepire distintamente le voci dei presenti e la musica in sottofondo.
Mauro Maron, convivente di Giovanna rincara la dose: «Fino alle 4.00 del mattino è impossibile prender sonno. A volte sono costretto a mettere i tappi nelle orecchie e a prendere dei sonniferi. In fondo chiediamo solo che venga svolta una perizia di impatto ambientale. Cosa aspetta il comune a incaricare l’asl per compiere una verifica?».
Quindi la vostra non è una presa di posizione contro il tanto prospettato rilancio del centro storico? «No assolutamente – rispondono contemporaneamente Giovanna e Mauro – il dubbio è che per far questo vengano dati permessi e licenze per aprire i locali, con troppa superficialità e senza adeguati controlli. Guardi che anche le altre famiglie del vicinato sono solidali con noi».
E intanto il proprietario si difende e aggiunge: «Io sono in regola con i permessi e sto eseguendo a mie spese una perizia e una prova di valutazione di impatto acustico. Aspettiamo i risultati dei rilevamenti e a quel punto se sarà necessario farò i lavori di insonorizzazione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.