In centinaia marciano per la pace da Busto a Castellanza

E Rifondazione Comunista annuncia dibattiti “bipartisan” sulla tematica del lavoro

Un sabato pomeriggio di marzo dal cielo velato, una bava di vento, e centinaia di bandiere arcobaleno. 
E’ la grande manifestazione contro la guerra che anche nella nostra zona, nel suo piccolo, ha coinvolto almeno cinquecento partecipanti. Un lungo, colorato corteo che dai punti di ritrovo di Piazza Santa Maria e della Stazione FS di Busto Arsizio si è snodato per via Mameli e via XX Settembre fino a raggiungere la Corte del Ciliegio a Castellanza, dove si sono tenuti dei concerti.
Una manifestazione numerosa, dunque, piena di giovani, molti i genitori con i bambini al seguito.

Sulle bandiere di partito e associative – spiccavano quelle di Rifondazione Comunista e di Emergency, il rosso e il nero degli anarchici – prevaleva l’arcobaleno delle bandiere pacifiste.

“No a ogni guerra di aggressione e di occupazione” ripete durante il corteo Antonello Corrado di Rifondazione Comunista, lamentando poi la mancata unitarietà dei Democratici di Sinistra circa la partecipazione alla manifestazione (cui pure era presente il segretario cittadino dei DS Alessandro Meazza), che si sarebbe voluta più compatta e convinta da parte di tutti.

Il segretario cittadino di Rifondazione Comunista Carlo Cattaneo, da noi incontrato al banchetto del partito in via Milano, ha colto l’occasione per presentare la prossima iniziativa per un dibattito pubblico dal titolo “Riforma o controriforma del lavoro?” sulla criticata legge Biagi, inteso quale occasione per un approfondito scambio di opinioni in perfetto stile bipartisan
Venerdì 26 marzo alle 21, presso il Museo del Tessile, si annuncia una serata importante per i contenuti e il confronto democratico. Vi prenderanno parte Alfonso Gianni, parlamentare di Rifondazione Comunista; Marco Sartori, parlamentare e consulente del Ministro del Lavoro Maroni; il segretario dell’UDC di Busto Arsizio Giuseppe Zingale; Nicola Nicolosi della segretria regionale lombarda della CGIL e Arnaldo Monga della segreteria nazionale S.in.Cobas.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.