L’Univa incontra l’onorevole Tabacci

Il Consiglio Direttivo dell’Unione Industriali ha incontrato il Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera

Il Consiglio Direttivo dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, con il Presidente Alberto Ribolla e il Direttore Generale Antonio Colombo, ha incontrato oggi l’On. Bruno Tabacci, Presidente della Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati, accompagnato dalla segreteria provinciale dell’UDC. L’On Tabacci si è trattenuto a colazione presso la sede di Gallarate dell’Unione Industriali.

All’On. Tabacci è stata fornita una rappresentazione del contesto socio-economico della provincia di Varese – e, in particolare, del rilievo che ha il settore produttivo in una provincia il cui valore aggiunto industriale è pari a quello di intere regioni del Nord Italia o macro-regioni del Sud – per sottolineare l’importanza che, anche da parte dello Stato, vi sia adeguata attenzione ai processi di modernizzazione delle infrastrutture ed evitare così che la scarsa competitività del territorio si ripercuota, ancor più di quanto già accade, su quella del sistema economico.

Nel corso del colloquio sono stati poi toccati alcuni temi giudicati prioritari per lo sviluppo del sistema produttivo tra i quali – di particolare rilievo in questo momento – quello della grave insufficienza di energia elettrica, che rischia con l’approssimarsi dell’estate di causare altri dannosi black out.. I tema è stato affrontato nelle sue molteplici sfaccettature: dalla scarsità degli impianti di produzione al regime di importazione (con l’aumento del costo dell’energia elettrica dovuto allo squilibrio verificatosi nel mercato liberalizzato tra domanda e offerta), alla Borsa Elettrica (il cui avvio si sta rivelando alquanto complesso), al recente provvedimento dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas che, nell’intento di contenere il rischio di black out, è però destinato ad aggravare pesantemente i costi per le imprese in virtù della riparametrazione delle fasce orarie di prelievo. Inoltre, l’Unione Industriali ha ribadito la necessità che il processo di liberalizzazione del mercato delle utility, in senso lato, venga completato, come pure, in tale settore, venga continuato il processo di privatizzazione fino a comprendere le aziende municipalizzate.

Il Consiglio Direttivo dell’Unione Industriali ha poi manifestato all’On. Tabacci le preoccupazioni per l’aumento incontrollato del costo di alcune materie prime – in particolare i materiali ferrosi, che in provincia di Varese stanno creando notevoli difficoltà ad importanti settori come quello delle macchine utensili, dei mezzi di trasporto e dell’indotto auto, degli elettrodomestici, dell’impiantistica, della siderurgia – e per il fenomeno dell’importazione di prodotti contraffatti, particolarmente nel tessile-abbigliamento. Tali fenomeni rendono evidente la necessità di un più efficace governo delle politiche economiche e commerciali a livello non solo dello Stato, ma dell’intera Unione Europea.

Il Consiglio Direttivo dell’Unione Industriali ha infine intrattenuto l’On.Tabacci sulla necessità di adeguate politiche considerate strategiche per il futuro dell’industria varesina, italiana ed europea: politiche a sostegno della ricerca e dell’innovazione, dell’internazionalizzazione, della finanza per l’impresa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.