La Lega diserta il consiglio. Forza Italia: «Pronti a fare senza»

Il gruppo del carroccio non si è presentato in aula. Vacante anche la sedia del presidente

Tattica pre-elettorale? Manovra politica per fare pressioni sulla maggioranza in vista dell’appuntamento in Parlamento, venerdì, con l’approvazione delle riforma federalista? La Lega si distingue un po’ ovunque dal centrodestra e Gallarate non fa eccezioni. I tre consiglieri del carroccio non si sono infatti presentati alla seduta del consiglio comunale di martedì sera. Se non fosse stata per la presenza del gruppo misto, la maggioranza non avrebbe avuto i numeri per svolgere regolarmente la seduta. (foto: il gruppo di Forza Italia, durante la seduta di ieri sera)
La serata non aveva punti caldi in programma, tranne il voto definitivo sul piano urbanistico che ha concesso all’Ascom l’allargamento della sede cittadina; una scelta che la giunta ha sostenuto e negoziato, in cambio di un contributo politico ed economico nella rinascita del centro pedonale della città.
Il fuoco di fila era stato aperto da Quintino Magarò dell’Udc: «L’assenza della Lega – ha detto – è un fatto politico grave. E’ ora di smetterla di farsi pubblicità così».
L’episodio parrebbe aprire uno spiraglio per possibili nuove maggioranze. Bosco lo ha detto a chiare lettere. «E’ difficile, questa sera, parlare ancora di casa delle libertà: il progetto va avanti, ma questa città potrà vedere da oggi nuovi scenari».
Mentre le opposizioni sono uscite dall’aula, la convenzione è stata approvata grazie all’apporto dei due consiglieri del gruppo misto. Un fatto che non è sfuggito al capogruppo di Forza Italia: «Questo dimostra che il consiglio può fare a meno di loro» ha aggiunto.
Il capogruppo di Forza Italia ha anche attaccato il presidente dell’assemblea, il leghista Agostinelli: «E’ molto grave l’assenza del presidente del consiglio comunale» ha detto, lamentandosi della confusione tra il ruolo politico di parte e quello istituzionale. 
«Sono d’accordo con le riflessioni di Bosco sulla figura del presidente del consiglio» ha poi aggiunto il sindaco Mucci. Forza Italia potrebbe a breve chiedere la sua rimozione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.