Maltrattamenti in famiglia, un arresto

Brebbia – Manette ai polsi di un cinquantacinquenne sospettato di aver aggredito la moglie, ferita al volto

Una lite in famiglia che è andata decisamente più in là delle parole. Una brutta storia che è finita con una donna al pronto soccorso e un uomo, suo marito, in carcere con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
I carabinieri sono intervenuti nel pomeriggio di ieri, lunedì primo marzo, in un’abitazione di Brebbia. I militari hanno arrestato l’uomo, classe 1949, C.I. le iniziali, di professione operaio e con precedenti di polizia, sospettato di aver colpito con un oggetto contundente la moglie, che all’arrivo dei militari lamentava una ferita lacero contusa al mento. La donna è stata trasportata all’ospedale; sette giorni la prognosi.
Quanto al marito si sono spalancate le porte dei Miogni, dove si trova detenuto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.