Manifestazione e presidio contro l’impianto di compostaggio

Non si ferma la lotta dei cittadini che chiedono all'Amministrazione di bloccare il grosso impianto proposto dalla Econord

I cittadini sono decisi a non arrendersi e, dopo l’incontro in Provincia della scorsa settimana, hanno deciso di scendere di nuovo in piazza. Questa volta con un vero e proprio corteo organizzato che terminerà con un presidio. Ad organizzare il tutto è sempre il Comitato di cittadini contro l’impianto di compostaggio i quali hanno scritto una nuova lettera all’amministrazione comunale, chiedendo subito l’annullamento della delibera che dà parare favorevole al progetto presentato dalla Econord. (nella foto: un momento dell’ultima manifestazione pubblica nel centro del paese)

Il problema, come ormai noto, riguarda infatti il progetto per la realizzazione a Origgio di un impianto di compostaggio che possa ricevere circa 90 tonnellate di rifiuti al giorno, capace di servire un’area di 90 mila abitanti, dieci volte quella di Origgio. A questo progetto l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Ceriani, ha dato un parare favorevole lo scorso 16 giugno, avviando così l’iter per la stesura del progetto con le osservazioni anche della Provincia. Ma a febbraio, la stessa amministrazione, sollecitata dalla lamentele dei cittadini, ha dato anche un parere "non favorevole" che, però, non blocca la precedente delibera.

I cittadini si sono quindi ribellati, costituendosi in Comitato e organizzando diverse iniziative. L’ultima delle quali è in programma per sabato 13 marzo, un corteo che partirà alle 14.30 da Piazza IV Novembre e terminerà alle 16.30 con un Comizio conclusivo in Corte Fabbrica. 
«Chiediamo l’annullamento della delibera di Giunta del 10 giugno 2003, affinché la stessa giunta comunale possa avvalorare il parere “non favorevole” alla realizzazione del nuovo impianto di compostaggio, così come sancito dalla delibera del Consiglio Comunale del 15 febbraio 2004 – spiegano dal Comitato di cittadini -. Chiediamo poi  il dettaglio delle strategie che vuole assumere l’amministrazione contro la realizzazione dell’impianto comprensive dell’indicazione delle relative tempistiche d’intervento».


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.