Margherita: «Stupiti e rammaricati per l’attacco del sindaco ad Alfieri»

I compagni di partito prendono posizione contro la lettera del primo cittadino pubblicata dal quotidiano locale

Riceviamo e pubblichiamo 

Stupiti e rammaricati. Stupiti nel leggere il durissimo attacco personale al collega ed amico Alfieri da parte del Sindaco Fumagalli. Rammaricati perché, da chi siede sulla poltrona che fu di Sindaci come Oldrini e Ossola, ben altro stile ci si aspetterebbe. Rammaricati, dunque, nel vedere che quell’autorevole modo di comportarsi, tenuto da Sindaci che hanno fatto grande Varese, non è stato, oggi, onorato. Stupiti, ancora, nel leggere poi che il nostro partito non farebbe proposte, dopo che lo stesso Sindaco Fumagalli, qualche giorno fa, sulle colonne della Prealpina, scriveva che i consiglieri comunali della Margherita sono sempre presenti e propositivi. Sig. Sindaco, i nostri padri ci hanno insegnato che in politica ci sono avversari e non nemici. Che gli avversari vanno sempre rispettati e mai insultati. Che in politica è la forza delle idee che conta e non la protervia del potere e dei numeri. Questa lezione di politica noi l’abbiamo imparata appena mossi i primi passi. A questo stile noi ci ispiriamo e atteniamo sempre. Confidiamo che anche i nostri avversari, un giorno non lontano, sappiano farlo.

Paolo Rossi Coordinatore P.le Margherita Varese

Roberto Molinari Capogruppo Margherita

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 marzo 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.